Fischio d'inizio: c'è Parma-Juve. Da Sarri a Kucka, passando per Martusciello. Alle 18 si comincia

24.08.2019 13:29 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Fischio d'inizio: c'è Parma-Juve. Da Sarri a Kucka, passando per Martusciello. Alle 18 si comincia

Finalmente ci siamo, oggi inizia la Serie A. Sarà un inizio da favola, contro la squadra più forte d’Italia (e una delle più forti in Europa), con una cornice di pubblico entusiasmante. Non sarà una passeggiata, ne siamo consapevoli, ma mai come quest’anno c’è un’aria positiva che circonda la squadra, complici un buon precampionato e la solida campagna acquisti, che ha portato sin da subito in rosa giocatori del calibro di Inglese, Karamoh e Hernani, giocatori dal pedigree internazionale, sebbene Bobby a Napoli sia stato solo di passaggio.

La Juve dovrà fare a meno di Sarri, ma come ha detto D’Aversa in conferenza ieri, il giorno della partita l’allenatore incide decisamente meno rispetto al quotidiano, dove l’ex Chelsea e Napoli ha potuto lavorare con la squadra, sebbene non senza qualche difficoltà. Sarà un esordio anche per lui, o meglio, per Martusciello che dovrà sostituirlo: dopo una splendida carriera da secondo, Martusciello aveva provato il grande salto tentando la carriera da prima guida tecnica, ma il disastro di Empoli nel 2017 è ancora sotto gli occhi di tutti. Non sarà facile, per lui, gestire tanti grandi campioni, specie i più scontenti.

Le news ci danno un Dybala favorito su Higuain, con Khedira, a sorpresa, confermato a centrocampo: l’attitudine del turco di Germania sarà una delle chiavi della gara, specie per le sue grandi capacità di inserimento e il feeling con il gol che ha già punito i crociati lo scorso anno. Lo stesso Dybala, inventato “9” alla Mertens è una curiosità in un attacco “schiavo” di quel fenomeno di Cristiano Ronaldo, che al Tardini lo scorso anno uscì con la peggior prestazione italiana e un “ricordino” di Gagliolo in pieno volto. Sarà panchina per il Golden Boy De Ligt, che deve ancora ambientarsi nel tattico campionato italiano: passare da Ten Haag a Sarri non sarà complicatissimo per l’ex Ajax, ma il passaggio da Eredivisie a Serie A lo sarà un po’ di più.

Dall’altra parte i crociati rispondono battaglieri con la voglia di fare punti e stupire sin da subito: giocheranno gli stessi di sabato scorso, con Kucka non ancora recuperato al 100% che partirà dalla panchina. Mi hanno incuriosito le parole di ieri di D’Aversa su Grassi: credo che il piano tattico fosse quello di schierare sin dall’inizio l’ex Napoli e Atalanta, con probabilmente Hernani in regia, a scapito di Brugman: la precaria condizione del numero 8 però ha probabilmente convinto D’Aversa ad affidarsi all’usato sicuro Brugman, che con il Venezia non è andato male ma Pjanic e Rabiot non sono Fiordalino e Maleh.

Juventus-Parma fu anche la prima di Conte sulla panchina dei bianconeri: otto anni e otto scudetti dopo ci sarà ancora un Parma-Juve all'esordio. Si può davvero chiudere un ciclo?