La sveglia è suonata tardi, ma arrivati a questo punto...divertiamoci. Krause, blinda Bernabè: il Parma del futuro non può prescindere dal talentino spagnolo

05.04.2022 00:00 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
La sveglia è suonata tardi, ma arrivati a questo punto...divertiamoci. Krause, blinda Bernabè: il Parma del futuro non può prescindere dal talentino spagnolo
© foto di Parma Calcio 1913

Guardando le ultime prestazioni del Parma, aumentano i rimpianti per ciò che sarebbe potuto essere e non è stato. La squadra ora ha una sua identità, è solida dietro, costruisce palle-gol con una certa facilità e comincia a non essere più allergica alla vittoria. Peccato però che la sveglia sia suonata solo ora, quando mancano 6 partite al termine della stagione e i punti da recuperare sono tanti, forse irrimediabilmente troppi. Ai ragazzi di Iachini non resta che onorare la crociata fino alla fine, divertendosi e provando a divertire i propri tifosi. I playoff sembrano ormai una chimera, ma in passato il calcio ha raccontato storie tante meravigliose quanto rocambolesche, perciò tanto vale lottare sino in fondo, senza illusioni, ma allo stesso tempo senza lasciare nulla di intentato.

Se la classifica non può farci sorridere, i giovani invece ci regalano finalmente qualche piccola gioia. Turk continua a non subire gol su azione, Circati conferma partita dopo partita di avere attributi e personalità da vendere, Delprato è diventato un muro invalicabile per chiunque, Man appare sempre più a fuoco nel suo nuovo ruolo, e poi c'è lui, Adrian Bernabè, ragazzo dal talento incredibile: un diamante grezzo su cui Iachini sta lavorando con costanza e convinzione, portandolo a diventare sempre più decisivo, ora anche in zona gol. La rete del 3-1 infilitta al Cosenza è un gioiello di rara bellezza da ammirare e riammirare senza sosta, una cartolina da spedire al mondo intero con un messaggio ben chiaro: "Da oggi ci sono anch'io", sembra urlare lo spagnolo, che si candida a diventare un giocatore dal futuro più che roseo. Un prospetto così, è ovvio, fa gola a tante big del calcio europeo, ma Krause, che sin da subito ha sottolineato l'intenzione di voler portare in alto il Parma con giovani di talento, deve in tutti i modi provare a fare resistenza e a blindare il proprio gioiellino. Il Parma che verrà non può assolutamente prescindere dall'ex Manchester City.