Lunga vita a Iachini: questo è un Parma mangia allenatori. Ma la colpa è davvero dei tecnici?

26.11.2021 19:00 di Alessandro Tedeschi Twitter:    vedi letture
Lunga vita a Iachini: questo è un Parma mangia allenatori. Ma la colpa è davvero dei tecnici?
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport

In poco più di un anno di presidenza targata Kyle Krause, quello di Enzo Maresca è stato il terzo esonero sulla panchina crociata. Quattro allenatori in circa 400 giorni di proprietà americana: se non è un record è solo perché presidenti come Maurizio Zamparini si sono messi di impegno per fare meglio. Da Fabio Liverani a Beppe Iachini, passando per Roberto D'Aversa ed Enzo Maresca: un susseguirsi di cambi in panchina, di tentativi di invertire una rotta certamente non positiva, sia l'anno scorso in Serie A che quest'anno in cadetteria. 

Ma se ben tre allenatori non sono riusciti ad ottenere risultati sulla panchina crociata la colpa può essere interamente attribuita ai tecnici? L'allenatore è sempre il primo a pagare perché non si può cambiare un'intera rosa a stagione in corso, e questo è vero, ma se con la rosa dell'anno scorso in A Liverani e D'Aversa hanno raccolto solamente 20 punti e se quest'anno in tredici giornate Maresca ha tenuto una media di poco alla zona retrocessione, il dubbio che qualcosa non abbia funzionato, non solo a livello di tecnici, sorge con insistenza.

L'impegno della società sotto il punto di vista economico e della volontà di fare bene è innegabile: in pochi in Europa hanno speso le cifre spese dai crociati nelle ultime sessioni di mercato. E l'idea di un calcio sostenibile, improntato su giovani talenti, è ammirevole e al tempo stesso condivisibile in ottica di un futuro societario, ma si sposa poco con i risultati immediati che i tifosi e la società stessa vorrebbero ottenere.

A Iachini con tutta probabilità è stato promesso un altro mercato da protagonisti, ma che tipo di mercato? Per tentare una rapida risalita prima in classifica e poi di categoria serviranno giocatori che da subito possano inserirsi negli schemi del tecnico e che conoscano la categoria ed i campionati italiani. I giovani talenti sono il futuro, ma il Parma in questo momento non ha tempo per aspettarli. Tempo che ci auguriamo abbia Iachini, tecnico capace di resistere tre anni sulla panchina del Palermo mangia allenatori.