Verso il Milan ancora senza centravanti. Ma sognare il colpo non è vietato

28.11.2019 23:20 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Verso il Milan ancora senza centravanti. Ma sognare il colpo non è vietato

Si avvicina sempre più il giorno di Parma-Milan. Una sfida che, diversi anni fa, valeva per le altissime zone della classifica. Poi i tempi sono cambiati, ma questo Parma sta dimostrando di poter stare lì, nella parte sinistra della classifica. E' un bel Parma quello che stiamo vedendo finora, al netto di qualche battuta a vuoto certamente evitabile ma che nell'arco di un campionato ci può stare. Inoltre, proprio nelle ultime gare i crociati sembrano aver trovato una particolare fiducia nei propri mezzi, grazie alla quale sono riusciti a sopperire alle assenze - pur gravi - che stanno funestando la squadra di D'Aversa. Parliamoci chiaro: qualunque formazione di media classifica, se dovesse fare a meno di giocatori come Inglese, Cornelius, Gervinho, Grassi, Karamoh, patirebbe e non poco. Invece tutti questi problemi ultimamente sembrano essere minimizzati, grazie alla grande voglia messa in campo dai ragazzi di D'Aversa.

Parma-Milan, dicevamo. Sarà un Parma-Milan ancora senza centravanti per i crociati, che se non altro recuperano Gervinho e, probabilmente, riproporranno Kulusevski in veste di falso nueve. Già contro l'altra milanese, l'Inter, assistemmo a questa soluzione, con lo stesso Gervinho e Karamoh che seppero far malissimo ai nerazzurri. Certo, con i rossoneri non c'è Karamoh, ma proprio quello spirito che citavo poc'anzi può essere la vera arma in più del Parma. Tra l'altro i rossoneri del parmigiano Pioli non sono in un momento felice: è evidentemente una stagione di transizione per il Diavolo, che in questo momento è dietro i crociati in classifica - e ci rimarrà a prescindere dal risultato di domenica. Insomma, paradossalmente per il tipo di stagione che si sta svolgendo il Parma forse dovrà addirittura stare attento a non sottovalutare i rossoneri. Ma, per quel che abbiamo visto in queste settimane, siamo certi al 100% che la squadra sarà sul pezzo.