Amarcord - Parma-Bologna, giugno 2005: i felsinei vincono il primo atto dello spareggio. Ma alla fine fu apoteosi gialloblu

20.12.2018 17:18 di Giuseppe Emanuele Frisone  articolo letto 349 volte
Amarcord - Parma-Bologna, giugno 2005: i felsinei vincono il primo atto dello spareggio. Ma alla fine fu apoteosi gialloblu

Dici Parma-Bologna e dici derby, ma soprattutto quando pensi a questa sfida e sei un tifoso crociato non puoi non pensare allo spareggio del 2005 per restare in Serie A. Sì, perché quelli erano tempi duri per il Parma: in quegli anni si era consumato il crac Parmalat, e la squadra crociata, rimasta praticamente senza società, aveva dovuto fare i conti con un ridimensionamento difficile da digerire, per chi aveva dettato legge negli anni in Italia e soprattutto in Europa. In particolare, quell'annata, il 2004/2005, nacque sotto una pessima stella e un epilogo negativo sembrava quasi scritto. Eppure, nel giugno 2005, per evitare la retrocessione il Parma ebbe un'ultima possibilità: lo spareggio con il Bologna, appunto.

L'andata la si giocò allo stadio Ennio Tardini. Per il Parma tanti, troppi squalificati costrinsero l'allenatore, Gedeone Carmignani, a schierare una squadra imbottita di giovani: il futuro della squadra crociata dipendeva da molti ragazzini. In campo dal primo minuto, per dire, c'erano Filippo Savi, Ibrahima Camara, Francesco Ruopolo: all'epoca tutti 17enni-18enni, come anche Daniele Dessena che entrò nella ripresa. Quella gara d'andata il Parma, tra l'altro, la perse: decise un gol di Ighli Tare nel primo tempo. Nella ripresa il Parma si lanciò coraggiosamente all'attacco, senza però trovare la via del gol. Finale convulso e nervoso con rissa generale: l'arbitro Farina dovette espellere i due allenatori, oltre a Bucci e Amoroso.

Il resto è storia: la gara di ritorno vinta per 2-0 dal Parma, i gol di ginocchio di Cardone e Gilardino, le lacrime di Pagliuca appoggiato al palo. Ma se il Parma riuscì a salvarsi in quel drammatico spareggio, buona parte del merito fu anche della squadra dei "ragazzini" scesa in campo nell'andata, capace, nonostante tutte le difficoltà e le assenze, di perdere solo 1-0.

Il tabellino:

PARMA (3-5-1-1): Frey; Cannavaro, Cardone, Bovo; Pisanu, Olive (29' st Dessena), Savi (16' st Grella), Simplicio , Camara; Bresciano; Ruopolo. In panchina: Bucci, Galuppo, Rossi, Ranieri, Bianchi. Allenatore: Carmignani. 

BOLOGNA (4-4-2): Pagliuca , Nastase, Gamberini, Torrisi (36' pt Legrottaglie), Capuano; Nervo, Amoroso (st 37' Colucci), Giunti; Meghni (1' st Locatelli); Bellucci, Tare. In panchina: Pansera, Sussi, Loviso, Cipriani. Allenatore: Mazzone. 

ARBITRO: Farina di Novi Ligure. 
RETI: 17' pt Tare. 
AMMONITI: Giunti, Savi, Pisanu, Cardone, Grella, Nervo.
ESPULSI: Bucci, Amoroso (già sostituito), Mazzone, Carmignani.

(14 giugno 2005)