Inizio di campionato tosto, ma forse è un bene. Intanto il Parma segna la sua prima goleada: in gol due nuovi acquisti, anzi... tre

24.07.2021 23:00 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
Inizio di campionato tosto, ma forse è un bene. Intanto il Parma segna la sua prima goleada: in gol due nuovi acquisti, anzi... tre

Anche quest'anno, la frase più utilizzata dai vari dirigenti - Pederzoli compreso - per commentare i calendari della nuova stagione è stata: "Tanto prima o poi dobbiamo affrontarle tutte": un concetto condivisibile, ma non appieno, dato che capita, non così raramente, che incontrare una determinata squadra in un determinato momento rappresenti uno vantaggio o, al contrario, uno svantaggio. Sicuramente per tutte le avversarie sarà meglio incontrare il Parma nelle primissime giornate, considerando che i crociati avranno bisogno di tempo per assimilare appieno le idee innovative di mister Maresca. Ma allo stesso tempo anche per la formazione ducale, probabilmente, sarà un bene cominciare contro squadre forti come Frosinone e Benevento: in primis per mettersi subito alla prova e testare immediatamente il proprio valore, ma soprattutto per evitare cali di concentrazione e iniziare con la giusta determinazione.

Intanto, proprio per prepararsi al meglio all'inizio del nuovo campionato di B, nel pomeriggio gli emiliani hanno disputato un altro test amichevole, il terzo di questa estate. Contro il Trento si sono intraviste cose positive, soprattutto nella prima frazione: tra queste, l'abilità dei crociati nel creare occasioni da gol e nel concretizzarle. E a proposito di gol, è da rimarcare come due dei quattro messi a segno oggi portino la firma di nuovi acquisti: Stanko Juric e Daniele Iacoponi, il quale, in realtà, ha propiziato anche l'autorete di Trainotti. Se vogliamo, c'è un altro "nuovo acquisto" che nel corso del match ha timbrato il cartellino dei marcatori: mi riferisco a Lautaro Valenti, che l'anno scorso tra infortuni, difficoltà d'ambientamento e problemi della squadra, non ha avuto modo di mostrare totalmente le proprie potenzialità. Stavolta ha dalla sua la piena fiducia del mister, un Buffon in più alle proprie spalle e un anno d'esperienza nel campionato italiano: le premesse per riscattarsi ci sono davvero tutte.