L'ultimo regalo al Parma prima del grande salto: per Kulu arriva l'esame di maturità definitivo

16.06.2020 17:02 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'ultimo regalo al Parma prima del grande salto: per Kulu arriva l'esame di maturità definitivo

Che Dejan Kulusevski possa diventare un grande giocatore lo si intuisce dopo pochi istanti, guardandolo sul terreno di gioco mentre dà del tu al suo inseparabile amico, quel pallone che accarezza in modo così elegante e che indirizza dove vuole coi suoi piedi fatati. Ma che possa realmente diventare uno dei più grandi lo si capisce soprattutto fuori dal campo, ad esempio ascoltando le sue interviste (dove dimostra sempre grande umiltà, ma allo stesso tempo piena consapevolezza dei propri mezzi e voglia di arrivare il più in alto possibile) o valutando le scelte fatte (essere rimasto a Parma, malgrado a gennaio la Juventus abbia spinto per averlo subito a Torino, denota grande saggezza nonché forte desiderio di terminare un graduale quanto fondamentale percorso di crescita). 

La vera prova del nove per Kulusevski, però, molto probabilmente arriva adesso, in queste ultime 13 partite in maglia crociata in cui dovrà dimostrare di essere davvero maturo. L'approdo alla Juve è lì, a pochi passi, ma per il classe 2000 di Stoccolma c'è un ultimo step da superare prima di guadagnarsi un posto accanto a grandi campioni come Cristiano Ronaldo e Dybala: continuare ad esprimersi ad alti livelli, dando tutto se stesso per la squadra che gli ha permesso di farsi notare dal club bianconero, senza tirare indietro la gamba per timore di infortuni. Un piccolo grande sforzo a livello mentale che deve in primis a se stesso, ma anche ad un allenatore che ha creduto ciecamente in lui, a dei compagni che lo hanno aiutato ad esprimersi al meglio sul grande palcoscenico della A, e ad una città che lo ama follemente e che vuole continuare a sognare.