KK vuole fare la storia: la vision a stelle e strisce mira ad futuro roseo, ma i tifosi fremono per gioire ogni domenica (già da ora...)

04.08.2022 00:00 di Rocco Azzali   vedi letture
KK vuole fare la storia: la vision a stelle e strisce mira ad futuro roseo, ma i tifosi fremono per gioire ogni domenica (già da ora...)
© foto di Niccolò Pasta/ParmaLive.com

Sul dizionario, la parola proverbio, viene identificata come un detto popolare che condensa un insegnamento tratto dall’esperienza. Francamente, però, ho spesso trovato molte incongruenze tra alcuni di questi. Per esempio, non ho mai realmente compreso il celebre “meglio un uovo oggi che una gallina domani”: potrei infatti elencare un centinaio di altri pensieri che, al contrario, inneggiano ed esaltano la pazienza come virtù, senza contare che, per colpa della fretta, la gatta ha fatto i figli ciechi… Anche Luciano Ligabue diceva che chi si accontenta gode così così - detto comunque che lui è di Correggio per cui è anche comprensibile che di là dall’Enza siano ormai disposti ad accettare di buon grado qualunque cosa possa passare loro il convento…

RILEGGI LE PAROLE DEL PRESIDENTE CROCIATO: Krause: "La nostra una visione a lungo termine. Vorrei lasciare il Parma ai miei figli"

Tornando a noi, nel concreto, le parole rilasciate dal presidente Kyle Krause nel corso della lunga intervista concessa ai microfoni di Off the Pitch testimoniano ancora una volta, come quella americana sia una visione ad ampio raggio del progetto Parma. Un’idea di investimento a lungo termine che non prevede, per forza di cose, il “tutto e subito”, bensì una programmazione ed una politica strategica mirate a creare valore futuro, ripartendo dalla pianificazione delle fondamenta societarie per arrivare ad un metodo di lavoro per il settore giovanile.

LEGGI QUI LE ULTIME DAL MERCATO: Galliani e Foggia blindano i propri attaccanti. Ducali beffati da Genoa ed Empoli per due giocatori

Il sistema della Data Analytics, la comunicazione social, la cura del marketing per accrescere il brand, la valorizzazione del vivaio e delle squadre femminili ed i corsi per la metodologia di sviluppo dell’intero apparato tecnico ed operativo: tutte aree e settori che nel calcio di oggi, sempre più catalogato come azienda viva 365 giorni l’anno che sport di 90 minuti la settimana, ricoprono aspetti fondamentali per chi investe e crede in questa nuova forma di intrattenimento. Lo stesso numero uno crociato ha nuovamente sottolineato quelli che sono gli obiettivi prefissati riguardo il business-Parma: Krause parla infatti di progetto ventennale, di voler lasciare il club nelle mani dei figli dopo averlo reso una vera e propria realtà di fama internazionale. 

RILEGGI L'ESCLUSIVA DI PARMALIVE: Mutti: "Anno importante per il Parma, ma se il buongiorno si vede dal mattino..."

Lui in primis, però, riconosce il fatto che il fascino di competere nel massimo campionato italiano è fondamentale per aumentare l'appeal mediatico ed attrarre il maggior numero di supporters, sparsi anche per il mondo. La riconquista della Serie A, quindi, è un fattore di grande importanza anche nei piani di Krause, oltre che essere un pensiero fisso nella testa di noi tifosi. In tutti i paesi - ma in Italia soprattutto - il calcio influenza la nostra quotidianità in maniera quasi smodata ed i successi che auspichiamo per la nostra squadra diventano come un bisogno impellente: si fa fatica ad attendere i risultati nel tempo, in particolar modo se si fa il tifo per un club come il Parma, che negli anni ci ha reso il palato parecchio fino.

LEGGI QUI: Ecco la nuova maglia gialloblù: "Ricorda la storia, indossa la storia, fai la storia"

A proposito di passato, oggi sono state annunciate le nuove seconde maglie: dopo la terza divisa fucsia che ha fatto tanto discutere, si ritorna sul classico. Il giallo ed il blu a strisce orizzontali coloreranno i nostri ragazzi in trasferta, mentre Buffon ritroverà la casacca della stagione 1999-2000, per ricordare la storia, indossarla e farla. Tutti insieme, all together...