Le prossime mosse sul mercato: tra possibili partenze e conseguenti arrivi. Quello che ancora resta da fare, a un mese dal calcio d’inizio

22.07.2021 19:56 di Rocco Azzali   vedi letture
Le prossime mosse sul mercato: tra possibili partenze e conseguenti arrivi. Quello che ancora resta da fare, a un mese dal calcio d’inizio

Sono trascorsi 22 giorni dall’apertura ufficiale della sessione estiva del calciomercato per le italiane e la campagna acquisti svolta sinora dal Parma è stata decisamente sopra le aspettative, se consideriamo le difficoltà che una squadra che retrocede è costretta ad affrontare, al di là del lutto sportivo, in particolare sul lato economico. Non che la potenza e l’ambizione della proprietà americana potessero essere messe in discussione, ma convincere due giocatori del calibro di Gigi Buffon e Franco Vazquez a vestire la maglia di un club che andrà a disputare un campionato cadetto sono state operazioni quasi da fantacalcio, e consentiteci quantomeno stupore misto ad entusiasmo. Gli sguardi, invidiosi, delle avversarie che affronteremo quest’anno non mancano e le prime contromisure delle concorrenti alla lotta promozione si sono già fatte largo nelle varie conferenze stampa, dove dirigenti e allenatori stanno scaricando le pressioni maggiori sul club ducale, parlando di ‘mercato faraonico’, ‘strapotere economico’ ed indicando il Parma come 'squadra da battere' e 'favorita al successo finale della Serie B'. Poco male: essere temuti può essere un vantaggio, se ben gestito, ma questo lo si potrà dimostrare solamente passando dal rettangolo verde, e non tramite sporadiche prove di forza equiparabili a sprint da centometristi, bensì con continuità ed abnegazione, come in una maratona, lunga 38 gare.

Ad un mese esatto dall’inizio del campionato, però, non possiamo ancora dire concluso il capitolo relativo al mercato - che si è però preso una pausa dopo i primi colpi iniziali, ndr - anzi, ora inizia il difficile per Ribalta & Co. In un periodo storico come l’attuale, che ormai tutti ben sappiamo non essere distinto da liquidità e cash flow, portare a termine trattative economicamente vantaggiose è spesso utopico ed il Parma ha un discreto numero di esuberi da far uscire, senza però rischiare perdite e minusvalenze. Per avere più chiaro il quadro dell’attuale rosa a disposizione di mister Maresca ho voluto schematizzare quelle che sono le operazioni legate alla compravendita che sono state fatte fino ad ora e quelle che, a mio modesto parere, andranno portate a conclusione da qui alla chiusura della sessione estiva, per far sì di consegnare al nuovo tecnico un organico completo e funzionale al progetto intrapreso.

ARRIVI – Benedyczak, Bernabè, Buffon, Iacoponi, Juric, Vazquez.

CESSIONI – Bruno Alves, Cyprien, Da Cruz, Gervinho, Kurtic, Pellè.

IN USCITA – Cornelius, Dermaku, Grassi, Laurini, Grassi, Pezzella, Ricci, Siligardi, Sprocati. Oltre che ai profili secondari già elencati in precedenza, i cui ingaggi, seppur in maniera minore, gravano sul bilancio societario ed anche loro rientrano nel processo di sfoltimento da attuare.

IN FORSE – Gagliolo, Hernani, Karamoh, Kucka, Osorio.

COSA MANCA – Un terzino destro, un terzino sinistro se Gagliolo dovesse partire, un difensore centrale, un centrocampista se i sopra citati salutassero davvero tutti - cosa alquanto improbabile, ndr - un attaccante con caratteristiche differenti da quelle di Inglese.