Le pagelle di Di Bello: disastroso, nega due rigori al Parma. Perché non va al VAR?

10.02.2020 12:53 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Le pagelle di Di Bello: disastroso, nega due rigori al Parma. Perché non va al VAR?

Marco Di Bello, arbitro brindisino ieri alla centesima presenza in Serie A, è stato, suo malgrado, il protagonista della gara di ieri fra Parma e Lazio, conclusasi con la vittoria dei biancocelesti per 0-1. Tante (e giustificate) le polemiche nel post gara, con il club manager Alessandro Lucarelli e mister D’Aversa duri nelle critiche al fischietto. Non sono andati giù due episodi su tutti, una trattenuta su Bruno Alves da parte di Marusic e l’episodio più clamoroso, con protagonisti Acerbi e Cornelius. Anche i giornali sono tutti all’unisono nel bocciare la prestazione dell’arbitro, e lascia soprattutto sgomenti il fatto che Di Bello non sia andato a rivedere alcun episodio al VAR. Ecco di seguito i voti dei quotidiani:

Tuttosport
Voto 5: “Centesima gara in A con diversi errori e il Parma protesta”.

Gazzetta dello Sport
Voto 5: “La sua gestione non è ordinata nel complesso, ma risente pesantemente dei due errori di valutazione sui due rigori non dati al Parma. Non si fa venire neanche un dubbio e il Var non può aiutarlo”.

Corriere dello Sport
Voto 5: “Male Di Bello. Sul gol di Caicedo, il Parma lamenta un tocco di braccio di Immobile (fosse anche totalmente involontario sarebbe punibile), dalle immagini si può forse intuire un colpo col fianco sinistro. Controllo e 0-1 convalidato, ma l’immagine che viene fatta vedere in tv con la scritta VAR è una presa in giro (c’è Iacoponi che copre tutto Immobile, come ha fatto Banti a stabilirlo da lì?). Molto dubbio Marusic su Bruno Alves, il bianco celeste non guarda mai il pallone, poi allontana il gialloblù che cercava il pallone. E’ invece rigore la trattenuta di maglia (anche se iniziano insieme) di Acerbi ai danni di Cornelius, netta, incomprensibile come né Di Bello né Banti abbiano sentito la necessità di rivedere l’episodio. Poco prima, Darmian contrasta il tiro di Correa, contatto non falloso, ok non rigore”.

Gazzetta di Parma:
Voto 4.5: “Magari il mani di Immobile anche per Banti al Var era difficile da vedere, ma la trattenuta su Alves non può passare liscia e se ci fosse stato un contatto tra Cornelius e Acerbi senza il successivo fallo del difensore mai lo avrebbe fischiato come fallo a sé stante. Stavolta gli errori hanno pesato eccome".