PL - Castellini: "Con Ranieri riuscì l'impresa, oggi ne serve un'altra. Ma salvarsi è possibile"

12.03.2021 16:56 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Castellini: "Con Ranieri riuscì l'impresa, oggi ne serve un'altra. Ma salvarsi è possibile"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Parma-Roma è la sfida dei tanti ex. Tra questi, c’è anche Paolo Castellini: difensore bresciano, classe 1979, ha collezionato 136 presenze ed 1 solo gol, tra il 2006 ed il 2010. Con i giallorossi solamente 8 gettoni, ma può vantare l'esordio in Champions League, con un'apparizione nella massima competizione europea. Ai microfoni di Parmalive.com ha risposto alle nostre domande.

Parma-Roma, cosa significa per lei questa sfida?
“E’ una sfida importante, per gli anni vissuti soprattutto a Parma. Ho vissuto momenti belli in Emilia. La Roma invece era nettamente superiore rispetto ai miei tempi, ma fui orgoglioso di contrastare Totti, in una sfida particolare. Vinsero al Tardini, ma ce la giocammo. L’anno dopo sarei andato da loro”.

I ducali sono in difficoltà, ma non mollano e i pareggi ne sono una dimostrazione. Salvezza possibile?
“La salvezza è possibile perché le partite sono ancora tante. Se pensiamo a come sono andate le ultime giornate, un pizzico di fortuna ed attenzione non avrebbero fatto male”.

La Roma vale la Champions?
“La Roma ha il potenziale per raggiungere questo traguardo. Sono tantissime le squadre che lottano per i primi posti. Non è assolutamente facile arrivarci, ma le carte in regola ci sono”.

Con lo Shakhtar, intanto, una buona partita. Si può fare strada in Europa League?
“La partita di ieri è stata una bella prova di forza. Vedo una squadra sicura dei propri mezzi, questa è la strada giusta da intraprendere. La Roma, per il resto, ha le qualità per battere qualsiasi squadra e bisogna vedere come i giallorossi staranno tra qualche tempo dal punto di vista fisico. C’è sempre l’incognita della pandemia e non è semplice. Ma qualità non manca, e non vedo altri tipi di problemi, anche sul piano della gestione”.

A Parma dal 2006 al 2010: è successo di tutto: Europa, Serie B, promozione e tante presenze. 
“Sono stati quattro anni bellissimi. Ho giocato praticamente sempre. Ho iniziato con la Coppa UEFA, centrammo una salvezza bellissima e miracolosa, quasi quanto potrebbe esserla quella di quest’anno eventualmente. Conservo un bel ricordo anche di Guidolin e, personalmente, lo ritengo un periodo di grande crescita per me”.

A Roma ritrovò Ranieri. Un bel rapporto con lui…
“Li mi ritrovai però davanti un fuoriclasse come Riise. Non trovai grande spazio, ma giocai anche la Champions League, vivendo una realtà anche superiore alle mie capacità. Ma credo di essere sempre stato all’altezza di quanto mi è stato chiesto. Ranieri attualmente dimostra ancora il suo valore. Gli anni sono passati, ma lui rimane di un livello altissimo. Ha una capacità di gestione eccezionale ed è un uomo che riesce a far star bene tutti. E’ ancora all’avanguardia”.

Quale ricordo della piazza parmense?
“Una piazza a misura d’uomo. Sa farti vivere bene, senza pressioni. Questa città ama il calcio, la propria squadra e sa farlo con intelligenza. Parma ti fa stare tranquillo, come se fossi in un posto dove sei cresciuto”.

E domenica che gara si aspetta?
“Mi aspetto una gara complicata per il Parma, i valori in campo della Roma per forza di cose sono superiori. Ma in questo momento i ducali, da quando è tornato D’Aversa, hanno ritrovato una certa compattezza. La squadra può ancora tirare fuori qualcosa di importante e dare filo da torcere ai capitolini”.

Sarà un derby americano: Fredkin e Krause. Sono gli uomini giusti per rilanciare queste due squadre in alto? Quali le sue impressioni?
“Sono due proprietà forti, serie. Ormai dobbiamo abituarci a questo tipo di situazioni, anche perché in Serie A prendono sempre più piede. Il calcio italiano così può andare avanti. Gli speculatori non servono, ma gli investimenti dovranno poi portare a dei risultati. Mi piace vedere anche come ad entrambi piaccia vivere in prima persona le rispettive realtà”.  

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA