Primavera, Veronese: "Al Viareggio in 28 con 5 prestiti. Ma non sappiamo ancora bene chi"

19.02.2020 22:35 di Sebastian Donzella   Vedi letture
Primavera, Veronese: "Al Viareggio in 28 con 5 prestiti. Ma non sappiamo ancora bene chi"

Marco Veronese, allenatore della Primavera crociata, al sito ufficiale gialloblù ha analizzato il girone dei suoi al Torneo di Viareggio, comprendente l'Inter, gli australiani dell'APIA Leichhardt e i nigeriani dell'Alex Transfiguration: "È sicuramente un gruppo con qualche insidia: si sa che l’Inter è una società che dà molta importanza e cura parecchio il proprio settore giovanile, negli ultimi anni ha allestito sempre delle squadre molto competitive, per cui, come sostengono un po’ tutti gli addetti ai lavori, anch’io sono dell’avviso che possano essere i più forti; poi c’è una squadra africana della Nigeria: presumibilmente sarà una partita molto difficile per via della loro fisicità, e infine c’è una squadra australiana di cui ancora non sappiamo molto, ma tutte e tre le gare andranno affrontate con la giusta mentalità. I ragazzi devono essere consapevoli che si tratta di una vetrina molto importante, nella quale provare a fare il meglio possibile”.

Per due anni di fila i crociati sono arrivati in semifinale: “Ogni annata ha gruppi diversi, le squadre cambiano completamente: ce ne sono pochi di quest’anno che hanno fatto il Viareggio l’anno scorso ed è così anche per le altre squadre. E’ un Torneo dedicato ai giovani, di annate diverse: bisogna vedere come ci si arriva, con quale gruppo e in che periodo di forma. Noi, sfortunatamente, ultimamente abbiamo qualche difficoltà, però come spesso succede nel calcio che da un periodo molto positivo, nel volgere di poco tempo, si possa passare a uno negativo, lo stesso può accadere l’opposto, magari anche grazie a qualche stimolo diverso come può essere questo Torneo, che dopo le difficoltà riprendi a fare quello che ti riusciva fino a poco tempo prima”.

Sui convocati: “Di particolare c’è sia la lista lunga, perché sono previsti 28 calciatori, tra cui 5 prestiti, anche se ancora non sappiamo bene chi perché sono valutazioni che farà la società, l’annata predominante sarà quella dei 2002, perché al massimo, come fuori-quota, sono previste tre 2001. Purtroppo ultimamente qualche infortunio ci ha colpito proprio tra i 2002, vedremo comunque come riusciremo a gestire la rosa. Essendoci molte partite ravvicinate tra di loro l’aspetto fondamentale è il riuscire a recuperare dall’una all’altra, riuscendo a fare i cambi giusti rispetto a chi ha giocato prima”.