PL - Torrisi: "Parma, il passato torna coi risultati. Contro la Roma, Gervinho può fare la differenza"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
10.11.2019 13:35 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
PL - Torrisi: "Parma, il passato torna coi risultati. Contro la Roma, Gervinho può fare la differenza"

Intervenuto ai nostri microfoni, l'ex difensore crociato Stefano Torrisi ha così parlato del match di quest'oggi tra Parma e Roma, gara che ricorda con grande piacere per il gol messo a segno al Tardini nel dicembre del 1999 proprio contro i capitolini: "Il Parma sembrava partito male, e in realtà la squadra è diventata più cinica rispetto alla passata stagione. L'anno scorso giocava bene e raccoglieva meno, quest'anno sa interpretare meglio i momenti della partita, sa capire quando bisogna soffrire e quando bisogna chiuderla: questa è una qualità importante che deriva dal lavoro che fa l'allenatore sui giocatori. Il gruppo è migliorato e si è consolidato".

Oggi al Tardini arriva la Roma, bestia nera dei ducali.
"Sono due squadre che giocano molto bene al calcio. Fonseca sta lavorando benissimo, è un personaggio molto intelligente: ha capito subito come funziona il calcio italiano e si è adeguato alle esigenze tattiche della A, senza intestardirsi con le sue idee".

Che gara si aspetta?
"Io penso che sarà una partita molto piacevole e divertente dal punto di vista tecnico, con occasioni da ambe le parti. La differenza credo che possa farla Gervinho con la sua velocità, anche perché la difesa giallorossa gioca molto alta e quindi ci sarà spazio per provare a far male alla Roma".

Se dovesse fare un pronostico?
"Se dovessi fare un pronostico direi un pareggio, è un risultato che andrebbe bene ai crociati. Per carità, la vittoria degli emiliani non è un'utopia, il Parma ha le qualità per vincere, però mi sembra più probabile un pari".

Sarà difficile tornare ai fasti di un tempo. Ma secondo lei questo Parma dove può arrivare nel giro di 2-3 anni?
"Ogni squadra ha le sue ere e i suoi momenti. Io arrivai in un Parma che riusciva sempre ad arrivare quarto-quinto, che andava benissimo in Europa e che vinceva trofei, ma che non riusciva ad arrivare più in alto delle altre "grandi sorelle". Oggi sicuramente il Parma va piano nella consolidazione del club, ma parliamo di una società sana: basti pensare alla presenza di Barilla tra i soci. Il ritorno al passato? I risultati ti portano al passato".

Si spieghi meglio.
"Se tu, per esempio, quest'anno arrivi ottavo, il prossimo anno devi migliorare. E quindi probabilmente torni in Europa League. Se la squadra fa bene, porta entusiasmo in chi deve investire. Fare dei pronostici sul futuro non è facile, ma tornare al passato non è impossibile: ripeto, i risultati ti fanno tornare al passato".