D'Aversa: "Presi due gol e tre tiri. Sui numeri non c'è stata partita, ma conta solo il risultato"

19.03.2021 23:14 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
D'Aversa: "Presi due gol e tre tiri. Sui numeri non c'è stata partita, ma conta solo il risultato"
© foto di ParmaCalcio1913

Ai microfoni di Sky Sport nel post partita, Roberto D’Aversa, tecnico del Parma, commenta amaramente la sconfitta dei crociati contro il Genoa: “Io credo che anche nel secondo tempo abbiamo fatto bene. Il Genoa su tre tiri ha fatto due gol, noi in nove occasioni clamorose ne segnato uno. Non c'è stata partita, merito al Genoa che porta a casa tre punti con due tiri in porta”. 

Cosa vi fa rammaricare di più?
“Se analizziamo la partita sui numeri non c'è stata partita, conta però il risultato finale. Abbiamo avuto tre occasioni nell’area piccola, Perin è stato il migliore in campo e non c'è soddisfazione nel giocare così e perdere. Il primo gol nasce concedendo troppo facilmente, potevano fare meglio. Il Genoa c'è stato superiore su quell’aspetto, noi abbiamo diverse situazioni e non abbiamo concretizzato, merito a loro. Quello che conta è il risultato finale”. 

Non ci sono stati tanti errori, dopo una partita così da cosa si riparte?
“Ti contraddico, nel primo gol a Destro di spalle non gli si può concedere il cross, il contrasto poi va vinto, alcune situazioni determinano il risultato. Non per dare colpe al singolo, Bani si è comportato bene, Pezzella poteva rinviare e non girarsi sul tiro di Zappacosta. Capello ci mandava via se ci giravamo. Il rammarico è che crei nove occasioni da rete e concedi tre circostanze di cui un tiro da fuori e non possiamo essere soddisfatti della partita. La prestazione c'è stata, come sempre tranne che con il Bologna, ma si poteva fare meglio”. 

La prestazione non manca, qual è la cosa più difficile ora?
“Noi dobbiamo pensare ad ogni singola partita. Quando riprenderemo a Benevento ci sarà una partita importante, ma come ho detto non è definitiva. Mancano tante partite, la quota salvezza può variare nelle settimane. Il rammarico è che con una partita così portiamo a casa zero punti, non per dare responsabilità ma va capito che laddove meritiamo il risultato positivo dobbiamo portarlo a casa, altrimenti qualche errore lo commettiamo. Nel calcio non esiste la sfortuna, se crei nove occasioni e segni un gol e loro segnano su tre occasioni va ragionato”. 

Scamacca quanto è stato vicino?
“Non lo so, il mercato di gennaio ha visto tantissimi nomi. È chiaro che vedere un giocatore così che non gioca fa capire le qualità degli avversari, ottimi, che con Ballardini stanno facendo un ottimo percorso. Penso abbiano portato via un risultato pieno non meritando ma la cosa importante è il riusato. Non ci siamo abbattetti dopo le rimonte, non possiamo buttarci giù dopo una partita così. Dalla prossima si prepara la partita successiva”.