PL - Budel: “Surreale ciò che è accaduto domenica. Europa? Le altre sono superiori”

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
10.03.2020 12:28 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
PL - Budel: “Surreale ciò che è accaduto domenica. Europa? Le altre sono superiori”

Intervistato dalla redazione di ParmaLive.com, Alessandro Budel, ex centrocampista crociato oggi commentatore per DAZN, ha parlato di Parma-SPAL di domenica, gara da lui commentata per l’emittente streaming: “E’ stato molto complicato commentare questa gara. Dalle 12.30 in poi, quando i giocatori erano fermi sugli scalini, è diventato tutto abbastanza surreale perché c’erano i giocatori in panchina che non erano al corrente di nulla, non sapevano cosa stava succedendo e noi eravamo lì a commentare una situazione che si stava evolvendo di minuto in minuto. Non è stato facile, poi la partita è iniziata in ritardo e per i giocatori non è stato facile. Già era dura commentarla, figurati giocarla”.

Quanto ha inciso tutto quello che è successo in questi giorni e in quei minuti prima del fischio d’inizio nello sviluppo della partita?
“Ha inciso tanto, specie a livello mentale. Devo dire che in realtà il Parma aveva iniziato bene, un buon possesso palla, le squadre erano attente. Poi con il passare dei minuti la situazione è cambiata, non è stata una grande partita. Si è giocato in modo piatto, entrambe aspettavano la prima mossa dell’avversario: la SPAL aveva timore di portarsi in avanti, anche perché i tre punti pesavano sicuramente di più rispetto al Parma, mentre i crociati hanno cercato di giocare ma con poca personalità, cercando il contropiede quando la SPAL si scopriva. Nella lettura della partita secondo me la SPAL ha fatto meglio”.

Cosa non ha funzionato nel Parma? Lo stop per tre settimane ha fatto arrivare la squadra scarica?
“Probabilmente sì, soprattutto a livello mentale. Non è mai facile riprendere dopo una pausa così, quasi come fosse una pausa invernale, questo non facilita assolutamente. Poi secondo me il Parma sta facendo un grande campionato, bisogna solo che fare i complimenti alla squadra e a D’Aversa, ma è anche una squadra che non è abituata a fare la partita, non ha giocatori che sono bravi a fare del possesso palla una grande qualità, nel creare occasioni importanti. Ha bisogno di ripartire, di trovare spazi perché sono bravi ad andare in profondità. La SPAL è stata brava a togliergli questa profondità e il Parma non è riuscito ad esaltarsi”.

La notizia di queste ore è dello stop del campionato, pensi si riuscirà a ripartire?
“Sì, fino al 3 aprile si sospenderà il campionato di Serie A come tutto il resto. Ha senso sospendere, è normale ci siano tanti interessi dietro ma è giusto salvaguardare la salute di tutti quanti in questo momento, e magari fare un passo indietro e dare importanza a quello che sta succedendo intorno a noi”.

Se mai si dovesse ripartire, credi che il Parma possa lottare per l’Europa League?
“Secondo me no. Obiettivamente le squadre che stanno sopra in classifica sono superiori per organico e credo che il Parma farebbe fatica a raggiungere un posto in Europa. Il Parma sta facendo un grande campionato, gli manca un po’ di continuità e quindi sarei il primo ad essere sorpreso e contento nel vedere la squadra in Europa ma a livello di organico quelle davanti hanno qualcosa in più”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA