PL - Maniero: "Zanetti? In B ha fatto bene senza grandi nomi. Bernabé la sorpresa di quest'anno"

29.04.2022 13:00 di Donatella Todisco   vedi letture
 PL  - Maniero: "Zanetti? In B ha fatto bene senza grandi nomi. Bernabé la sorpresa di quest'anno"
TUTTOmercatoWEB.com

Il campionato di Serie B volge al termine. Tra riflessioni e bilanci conclusivi, è tempo anche di organizzare il futuro: per questo abbiamo chiesto un parere a Filippo Maniero, ex attaccante che vestì la maglia gialloblù nella stagione 1997/98, su ciò che potrebbe accadere il prossimo anno tra i crociati. Di seguito vi proponiamo la sua intervista rilasciata in esclusiva ai microfoni di ParmaLive.com.

Si è fatto il nome di Zanetti per la panchina ducale: pensi possa essere una buona soluzione?
"Sinceramente penso di sì. Per quello che ha fatto vedere in questi anni si è dimostrato un buon allenatore. Fatta eccezione per quest'anno con il Venezia che ha affrontato la Serie A, come è noto non è la Serie B, durante la scorsa stagione cadetta, pur non avendo una squadra all'inizio dell'anno pronosticata come favorita, è riuscito a vincere il campionato. Per questo penso che le competenze di Zanetti siano buone".

Cosa non è andato nel 'tuo' Venezia? 
"Non saprei. Sinceramente mi dispiace perché dopo tanti anni di sacrifici in Serie B e Serie C, retrocedere così dopo solo un anno in massima serie, dispiace. A questo proposito, però, è giusto notare che la Serie A non è uguale alla Serie B: se si ha un organico all'altezza è possibile sopperire alla difficoltà, altrimenti diventa tutto difficile. Ad ogni modo il Venezia sapeva sin dal principio che il suo obiettivo era la salvezza, non sicuramente qualcosa in più. La squadra veneta sta ancora lottando, anche se nell'ultimo periodo si è dimostrata la squadra che ha avuto più difficoltà rispetto alle altre che lottano per la salvezza".

Come giocherebbe questo Parma con lui tatticamente? 
"Questo non lo so. Penso che ogni allenatore abbia le proprie idee a seconda dei giocatori che ha a disposizione. Penso che se il Parma il prossimo anno ricomincerà con Zanetti, lo farà con dei giocatori che reputa congeniali alle sue esigenze ed alla sua idea di gioco. Inoltre non è certo che i giocatori presenti in rosa nel Parma quest'anno, ci siano anche il prossimo anno. Questo aspetto dipende da una questione soggettiva dell'individuo. Penso che Zanetti non abbia bisogno di consigli, così come anche il Parma su chi prendere e cosa fare. L'unica cosa che mi auspico è che il Parma riesca a far bene e che riesca a tornare in Serie A".

Chi l'ha colpita quest'anno del Parma?
"A parte i soliti noti, mi ha colpito Bernabé. Ho visto un po' di partite e ho notato che è un ragazzo che ci sa fare, è bravo. Penso sia stata la sorpresa in positivo di tutti i giocatori di questo Parma. Poi è logico che con la rosa di quest'anno, tutti si aspettavano qualcosina di più. In squadra ci sono giocatori come Gigi Buffon, Vazquez e Danilo che hanno anche esperienza in squadre che hanno giocato in Europa. Si pensava che con loro si potesse fare qualcosa di bello, purtroppo l'annata è andata così. Penso che da salvare ci sia Bernabé che in prospettiva può dare delle soddisfazioni".

Come giudica la B di quest'anno e dove il Parma ha sbagliato?
"La Serie B di quest'anno è interessantissima: tante squadre che lottano per i primi due posti non le ricordo negli ultimi anni. Ogni fine settimana cambia la capolista, cambia la seconda squadra in classifica, poi ci ritorna la settimana dopo. È' un campionato bello ed esaltante e forse è più bello della Serie A, vedendo come stanno andando le cose. È veramente entusiasmante fino alla fine: fino al termine non si avrà la certezza delle due squadre che andranno in A in maniera diretta. Secondo me il Parma durante questa stagione si è staccato troppo presto dal gruppone delle prime della classe. Se la squadra emiliana avesse avuto un trend positivo e fosse rimasta attaccata alle prime, avrebbe potuto giocarsi nell'ultimo mese le proprie carte".

Che Serie B si aspetta nella stagione 2022-2023?
"Dipende da chi retrocede dalla Serie A. Inoltre che le squadre che non riusciranno ad essere promosse quest'anno, lotteranno anche durante la prossima stagione. Anche il Parma sicuramente vorrà essere tra le protagoniste. Assisteremo ad un altro campionato di Serie B come quello di quest'anno: avvincente e interessante fino alla fine".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA