Non è tutto carbone quello che appare nero. A Crotone però è una finale: da vivere, da giocare, da vincere

21.12.2020 21:57 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Non è tutto carbone quello che appare nero. A Crotone però è una finale: da vivere, da giocare, da vincere
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Ho letto critiche ferocissime dopo lo 0-4 interno contro la Juventus, anche di colleghi. Però io provo ad andare oltre il risultato e a costo di rendermi ridicolo affermo che il Parma visto contro i bianconeri di Pirlo è stata una ulteriore evoluzione dei passi in avanti, evidenti a mio parere, messi in campo contro Benevento e soprattutto Cagliari. In alcuni frangenti la squadra di Liverani se l'è giocata alla pari contro quella di Pirlo, che ha però attaccanti che non sbagliano, mentre noi spesso e volentieri cozziamo contro le difese avversarie senza riuscire a cambiare spartito. In definitiva, sebbene la sconfitta sia stata netta e meritata, il risultato è senza dubbio bugiardo e i passi in avanti fatti nel gioco altrettanto chiari, almeno a mio modo di vedere. Pur non essendo esclusivamente una loro responsabilità, è chiaro che fare 13 giornate senza avere neanche un gol dai due centravanti che si sono avvicendati nel ruolo di nove titolare, non può che avere conseguenze pesanti sulla classifica oltre che sulla "casella" dei gol segnati, dove il Parma è le peggiori squadre della Serie A. 

Insomma se il risultato dice una cosa, il campo ha detto un'altra: speriamo che l'umiliante poker abbia però l'effetto di scatenare il nostro undici nell'appuntamento che non si può davvero sbagliare per regalarci un Natale sereno. La sfida contro il Crotone mette il Parma di fronte ad un bivio: giocare, sicuramente sarà importante per dare continuità agli ultimi progressi, una sfida importante per noi tifosi da vivere, ma soprattutto una gara da VINCERE senza se e senza ma.