Nelle ultime dieci partite, Coppa Italia compresa, una sola sconfitta. Domani arriva la Juventus, ma è lecito sognare

18.12.2020 11:55 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Nelle ultime dieci partite, Coppa Italia compresa, una sola sconfitta. Domani arriva la Juventus, ma è lecito sognare
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Dal venticinque ottobre il Parma ha affrontato Spezia, Pescara (Coppa Italia), Inter, Fiorentina, Roma, Cosenza (Coppa Italia), Genoa, Benevento, Milan e Cagliari. Dieci match in cui i crociati sono usciti sconfitti solo dall'Olimpico di Roma, contro una squadra in un momento di forma stratosferico. Certo le prestazioni sono state molto differenti nell'arco di queste dieci partite, ma non si può dire che il Parma non abbia trovato una strada da seguire. Il percorso è ancora lungo, ma dopo aver trovato stabilità difensiva di squadra, e non solo di reparto, e aver messo a punto i meccanismi a centrocampo, ai crociati serve l'ultimo step che è stato portato in campo solo in parte nelle ultime uscite: manca cinismo sottoporta. Quello visto a San Siro contro Inter e Milan, con due tiri e due gol, ma che contro il Cagliari è mancato e non ha regalato i tre punti ai crociati.

Domani sera al Tardini arriva la Juventus, in una sfida che non è mai banale. Certo senza tifosi sarà una cosa diversa e la rivalità che si trascina dagli anni '90 sarà sicuramente sentita meno in campo, ma Parma-Juventus rievoca ricordi importanti. Anche negli ultimi anni, con il pareggio in extremis del febbraio 2019 e la vittoria del 2015 con rete di Josè Mauri. La Juventus di oggi è in un processo di cambiamento che a volte dà grandi risultati, vedi Barcellona, a volte lascia i bianconeri stentare, come nelle ultime uscite di campionato. Un po' come il Parma di Liverani, che alterna prestazioni in cui si vede la mano dell'allenatore a gare in cui ancora fatica a girare. E chissà che domani sera una serata storta dei bianconeri non possa incrociarsi con una gara perfetta dei crociati, facendo un gran regalo a tutto l'ambiente gialloblu, che riceverebbe una iniezione di fiducia senza eguali.