Contro l'Atalanta un Parma dall'attacco rivoluzionato. Gara quasi mattutina, come col Foggia...

31.03.2019 10:18 di Mattia Boselli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Contro l'Atalanta un Parma dall'attacco rivoluzionato. Gara quasi mattutina, come col Foggia...

Archiviate la pesante sconfitta in casa della Lazio e l'ultima pausa stagionale, il Parma si appresta ad affrontare il rush finale del campionato 2018/19 che la mette subito davanti ad un impegnativa sequenza di tre gare in sei giorni: in attesa di giocare a Frosinone ed in casa contro il Torino, al Tardini l'avversario di giornata è l'Atalanta, in piena lotta per la terza qualificazione europea consecutiva.

In conferenza stampa prepartita il tecnico Roberto D'Aversa sottolinea come quella lombarda sia una campagine, oltre che forte, differente dalle altre italiane: "Analizzando le gare dell'Atalanta, è una squadra che fa un gioco diverso dagli altri, sono bravi individualmente, in fase difensiva fanno marcatura a uomo facendo scalate in avanti e in questo sono i migliori in Italia. Esprimono un ottimo calcio per struttura e qualità. Affrontiamo una delle più forti del campionato, mi auguro ci sia il supporto del nostro pubblico come già accaduto ad esempio con il Genoa". Recuperato Barillà, ma non al punto da poter giocare dal 1' come precisa D'Aversa, all'elenco degli infortunati costituito da Grassi e Štulac si sono aggiunti i nomi di Inglese e Biabiany. I due nuovi infortuni, come dichiara ancora il mister, sono meno gravi di quanto parso in un primo momento, ma questo nell'immediato non risolve il problema di due assenze pesanti in attacco: oltre al titolarissimo Gervinho è presumibile che vedremo dall'inizio Siligardi ed uno tra Ceravolo e Schiappacasse. Gasperini dovrà invece fare a meno di Varnier e Toloi, mentre Ilicic, che era considerato in forse, è regolarmente convocato.

Due ulteriori aspetti danno la misura della difficoltà di quest'incontro: all'andata, dopo una prima ora equilibrata, i bergamaschi dilagarono fino a vincere 3-0; inoltre i nerazzurri, con le loro 32 reti realizzate lontano dalle mura amiche, hanno il miglior attacco in trasferta dell'intera Serie A. È infine opportuno sottolineare che la gara si disputerà alle 12.30 ma per l'orologio biologico sarà come se si giocasse addirittura alle 11.30, considerando che il passaggio all'ora legale sarà avvenuto da poche ore; la stessa, identica situazione si verificò un anno fa per Parma-Foggia, e dato che quella gara portò una vittoria chiave nel percorso promozione dei crociati possiamo augurarci che questo sia di buon auspicio.