Carmignani: "Nuova proprietà? Speriamo non siano come i cinesi. Ora serve un salto di qualità"

29.07.2020 21:10 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Carmignani: "Nuova proprietà? Speriamo non siano come i cinesi. Ora serve un salto di qualità"

L'ex allenatore crociato Gedeone Carmignani ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb della stagione vissuta dai crociati, partendo dall'ultimo mese in cui i risultati sono arrivati a fatica: "Sì, c'era un andamento incoraggiante e si vedeva un buon calcio. Poi sono arrivati una serie di ko. Nelle prime partite, pur perse, aveva giocato anche abbastanza bene poi in seguito alle sconfitte è venuta meno la condizione psico-fisica, è mancata la fiducia e la squadra si è lasciata andare".

 Nel frattempo adesso si parla della cessione del club ad una società del Qatar...
"Spero non siano come i cinesi pareva dovessero fare chissà cosa... Sono imprenditori che vogliono investire ma mi dispiace un po' un'altra cosa: in 14 anni al Parma, in periodi diversi, ho sempre avuto presidenti del territorio, però è anche vero che i tempi cambiano e serve appellarsi ai capitali che vengono da fuori".

Che giudizio ha di D'Aversa?
"Ha fatto bene, la stagione è stata macchiata dagli ultimi due mesi però il tecnico ha saputo adattarsi alle caratteristiche dei giocatori e ha giocato in ripartenza. Non so se i giocatori erano stato chiesti da lui o glieli aveva messi a disposizione la società...". 

Lo scatto Europa League è possibile il prossimo anno?
"Dico subito che il campionato a 20 squadre lo cambierei; dopo metà stagione 2 formazioni sono già retrocesse. Meglio a 18... Serve al Parma un salto di qualità, però vedo ad esempio un Verona e un Sassuolo stellari con i mezzi che hanno. Servono grandi giocatori per vincere nelle big ma nelle più piccole ho notato che l'allenatore può contare di più, per le sue idee e la capacità di creare un gruppo"