Problemi in difesa: e se toccasse a Ricci? Sarebbe l'unico superstite della Serie D a raggiungere la A con i crociati

04.12.2020 20:20 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Problemi in difesa: e se toccasse a Ricci? Sarebbe l'unico superstite della Serie D a raggiungere la A con i crociati
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In questo momento il Parma di Liverani è alle prese con notevoli problemi in difesa. Nel corso della gara con il Genoa si sono infatti fermati anche Vincent Laurini e Riccardo Gagliolo, assenze che vanno ad aggiungersi a un reparto già piuttosto tartassato, con Giuseppe Pezzella fuori causa. Pochi, dunque, i terzini a disposizione: contro il Benevento potrebbe toccare a Maxime Busi sulla fascia destra e Simone Iacoponi adattato a sinistra, con Bruno Alves e Yordan Osorio al centro. Attenzione però all'improvvisa, e per certi versi inattesa, candidatura di Giacomo Ricci. Laterale di fascia mancina, in questo momento è l'unico terzino sinistro di ruolo presente in rosa. E' stato reintegrato proprio in queste settimane dopo l'infortunio di Pezzella, dopo che aveva iniziato la stagione da fuori lista (potendo però essere schierato in Coppa Italia). Se debuttasse in Serie A, tra l'altro, per lui si realizzerebbe una statistica particolare: sarebbe infatti l'unico reduce della stagione 2015/2016 (quella in cui il Parma ripartì dalla Serie D) a giocare nella massima serie una volta tornati. Non ci sono riusciti Alessandro Lucarelli (che si è ritirato dopo la promozione in Serie A, pur avendo disputato molte stagioni con il Parma prima del fallimento) né Yves Baraye, che anche dopo la promozione in Serie A è rimasto in rosa ma senza riuscire a debuttare. Resta tutto da vedere, certo è che Liverani non ha a disposizione moltissima scelta...