Nuovo anno, vecchie certezze: è ancora il Parma di Gervinho

01.08.2019 11:31 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Nuovo anno, vecchie certezze: è ancora il Parma di Gervinho

Sarà anche solo calcio d'estate, ma le indicazioni giunte dai primi test amichevoli del Parma parlano chiaro: anche quest'anno la squadra ducale sembra non poter assolutamente prescindere da Gervinho. L'ivoriano, a causa di un lutto familiare, ha dovuto cominciare la preparazione in ritardo rispetto ai suoi compagni, ma a quanto pare gli sono bastati pochi giorni di lavoro per mettersi in pari col gruppo e raggiungere uno stato di forma più che discreto. Lo confermano le prestazioni sfoderate nell'ultima settimana contro Trabzonspor e GW-Micheldorf: due gare in cui ha subito dimostrato, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di essere il leader assoluto di un attacco che appare ancora più vivace ed esplosivo grazie all'arrivo di un altro esterno offensivo rapidissimo come Yann Karamoh.

Insomma, se a livello finanziario l'eventuale cessione di Gervinho rappresenta di certo un'occasione irripetibile, potendo fruttare al club emiliano una succosa plusvalenza di circa 10-15 milioni (tanta roba, considerando che l'ex Roma ha 32 anni), sotto l'aspetto sportivo una soluzione del genere non dovrebbe essere neanche presa in considerazione vista la considerevole importanza che la Freccia Nera riveste nell'economia della formazione ducale. Del resto Gervinho è amatissimo sia dai tifosi che dai compagni di squadra, e per di più appare molto più cinico e maturo rispetto ai tempi di Roma. Sarebbe pertanto un vero peccato per il Parma privarsene proprio ora che, coi tanti rinforzi operati dalla società, c'è spazio per sognare.