La sosta può essere utile: obiettivo raccogliere idee ed energie e recuperare gli infortunati

20.03.2019 22:20 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La sosta può essere utile: obiettivo raccogliere idee ed energie e recuperare gli infortunati

Il campionato si ferma per le Nazionali e, forse, per il Parma questa può essere una buona notizia. Il match contro la Lazio, infatti, al di là del punteggio, ha palesato diverse difficoltà per quanto riguarda la squadra di D'Aversa. I giocatori arrivavano spesso in ritardo, con la Lazio che ha avuto vita facile: i biancocelesti, infatti, sono riusciti a sfondare in tutte le zone del campo, prevalendo sempre sulle seconde palle, e attaccando con continuità sia sulle fasce che per vie centrali. Insomma, che sia una questione di condizione fisica o semplicemente di atteggiamento, la sosta da questo punto di vista può essere benevola. In primo luogo, è il momento ideale per fermarsi un attimo e fare mente locale. Che possa esserci stato un relativo rilassamento a livello inconscio, vista una posizione di classifica abbastanza tranquilla, lo si potrebbe anche mettere in conto. Le energie da recuperare, dunque, saranno sia fisiche ma anche e soprattutto mentali, per affrontare al meglio le dieci gare che mancano al termine del campionato e conquistare finalmente questa agognata salvezza.

In secondo luogo, la sosta è positiva perché, più banalmente, ci saranno più possibilità per recuperare gli infortunati. A centrocampo in particolare: non è un mistero, infatti, che il Parma ultimamente abbia avuto la coperta molto corta in quel settore del campo. Con Scozzarella e Stulac fuori, infatti, si è sentita tanto l'assenza di una fonte primaria di gioco, che non può essere in questo momento Rigoni (che pure può occupare quella posizione, ma con le sue caratteristiche). Oltretutto, l'assenza di Barillà pesa altrettanto nell'economia del gioco, e questo lo abbiamo visto soprattutto nelle due disfatte recenti: contro il Napoli (rimpiazzato da Machin) e contro la Lazio (c'era Biabiany mezzala), il centrocampista reggino era infatti assente. Senza dimenticarci del fatto che giocatori come Inglese e Bastoni hanno avuto alcuni problemi fisici nei mesi scorsi e che questa sosta potrà permetter loro di respirare un po', recuperando completamente. Insomma, ben venga la sosta, specie se consideriamo che al rientro in campo ci sarà un avversario davvero tosto come l'Atalanta di Gasperini.