Da Como al Como, il Parma di Iachini compie un girone. Che peccato per le occasioni perse, questo Parma se la sarebbe potuta giocare

06.04.2022 00:00 di Niccolò Pasta Twitter:    vedi letture
Da Como al Como, il Parma di Iachini compie un girone. Che peccato per le occasioni perse, questo Parma se la sarebbe potuta giocare
© foto di ParmaCalcio1913

Dal Como al Como, il Parma di Beppe Iachini chiuderà domani il suo primo girone. Un girone complesso, partito sottotono e in linea con i risultati deludenti di inizio stagione, ma che nell'ultimo periodo ha preso un andazzo diverso, consegnando al campionato una squadra, anche se purtroppo troppo tardi. Guardando al Parma degli ultimi due mesi cresce la delusione per quello che sarebbe potuto essere, perché in un campioanto che vede quelle davanti correre, come ha spiegato oggi in conferenza il mister, quelle che stazionano negli ultimi posti della zona playoff si sono dimostrate tutt'altro che irresistibili, ma il vantaggio accumulato rende ormai impossibile la rimonta della squadra crociata. Peccato, perché questo Parma se la sarebbe davvero potuta giocare. 

Giusto allora pensare al campionato che verrà, con un occhio di riguardo anche alle giovanili e soprattutto alla Primavera di mister Cesare Beggi. Dominatrice per tre quarti di campionato, senza i suoi gioielli ha faticato nell'ultimo periodo, perdendo praticamente tutto il vantaggio rispetto alle inseguitrici nel campionato Primavera 2. Per evitare che si ripeta quanto accaduto nella scorsa stagione, con la sconfitta nella "bella" contro il Napoli per la promozione in Primavera 1, giusto che il Parma gestisca al meglio i suoi giovani concedendogli sì minuti con la prima squadra, ma dandogli modo di poter disputare le partite anche con la squadra Primavera: il gap tra Primavera 1 e Primavera 2 è enorme e il salto di categoria gioverebbe anche alla competitività per i giovani crociati, che in un campionato più probante potrebbero crescere più in fretta ed essere serbatoio ancora più florido per la prima squadra. Bene, anzi benissimo, il coraggio di mister Iachini, che ha lanciato i vari Sits, Circati, Bonny e compagnia, ma in questo finale di stagione sarebbe giusto anche pensare alla Primavera e ad un obiettivo che gioverebbe a tutto l'universo Parma.