150 volte D'Aversa: un traguardo importante per un tecnico che ha fatto la storia del Parma. Il suo futuro? Tifosi e addetti ai lavori si spaccano

28.07.2020 10:28 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
150 volte D'Aversa: un traguardo importante per un tecnico che ha fatto la storia del Parma. Il suo futuro? Tifosi e addetti ai lavori si spaccano

Sembrano trascorsi secoli da quel Sudtirol-Parma del 2016 che segnò l'esordio sulla panchina crociata di Roberto D'Aversa, tecnico arrivato in punta di piedi in Emilia, ma poi diventato uno dei simboli indiscussi della rinascita della società ducale. Questa sera, contro l'Atalanta, saranno 150 panchine col Parma per l'allenatore abruzzese: un traguardo speciale che va ad impreziosire un percorso ricco di soddisfazioni, vittorie e obiettivi raggiunti: a partire dal trionfo nei playoff di Serie C fino ad arrivare alla salvezza più che tranquilla raggiunta quest'anno, la seconda di fila dopo quella ottenuta, seppur soffrendo nella seconda parte di stagione, con una squadra oggettivamente non fortissima. 

Ma come detto proprio dall'ex centrocampista del Milan alla vigilia del match con gli orobici, più che al passato, bisogna pensare al futuro. Pertanto ci chiediamo: sarà ancora lui l'allenatore del Parma nel prossimo campionato? Una domanda che si stanno facendo in tanti e che sta letteralmente spaccando tifosi e addetti ai lavori. C'è chi, come Marchegiani, crede che D'Aversa abbia ormai dato tutto ciò che poteva alla squadra emiliana e sia giunto perciò al capolinea, e chi, invece, come Condò, pensa che il tecnico possa ancora avere grandi stimoli, soprattutto se, come sembra, la nuova proprietà investirà una cifra cospicua, alzando così in maniera significativa il tasso qualitativo della rosa gialloblù. Staremo a vedere ciò che accadrà: nel frattempo D'Aversa può godersi la festa, nella speranza che i suoi ragazzi si presentino all'appuntamento con il regalo più gradito: la terza vittoria consecutiva.