Un girone fa il blitz sfiorato a San Siro. Serve la stessa cattiveria

03.03.2021 12:52 di Donatella Todisco   Vedi letture
Un girone fa il blitz sfiorato a San Siro. Serve la stessa cattiveria
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Quella disputata contro l'Inter un girone fa - quando ancora c'era Liverani in panchina - è stata una delle poche sfide in cui il Parma ha trasmesso vitalità: la sensazione di essere una squadra viva, capace di poter portare a casa vittoria, punti ed entusiasmo. Traguardi sfumati sul filo di lana ma che tanta speranza avevano dato ai sostenitori crociati. Il 2-2 di San Siro è scolpito nella memoria: una prestazione maiuscola di Gervinho ed un pareggio nerazzurro acciuffato soltanto in extremis, quando tutto ormai faceva pensare a prospettive più rosee. Si credeva potesse essere l'inizio di un nuovo campionato (già da allora...) per il Parma, ma così non è stato. Rispetto ad allora, oltre alla prestazione, la differenza devono farla necessariamente i tre punti. Lo ripetiamo ogni volta, nonostante tutto. Ma la speranza è l'ultima a morire: della capolista non si può e non si deve avere paura. Poi sia quel che sia, ma il Parma deve fare il Parma.