Dennis Man, l'esterno che mancava. È l'investimento record dell'era Krause

03.02.2021 11:02 di Donatella Todisco   vedi letture
Dennis Man, l'esterno che mancava. È l'investimento record dell'era Krause
© foto di ParmaCalcio1913

Un investimento per il futuro che, si spera, sia ricco di soddisfazioni. Dennis Man, classe 1998, da qualche giorno è un nuovo calciatore del Parma. Di ruolo è un esterno destro e di piede mancino, proprio quello che da tanto tempo D'Aversa invocava: era uno dei tasselli da tempo richiesti e sul mercato il ds Carli e la proprietà Krause non hanno certo lesinato sforzi e investimenti pur di accontentarlo. Ora si attende una riconferma importante: in Romania, con la maglia della FCSB (ex Steaua di Bucarest), sono state 14 le reti realizzate in 18 partite, un ruolino di marcia che all'anemico attacco del Parma farebbe comodissimo. Ed il precedente positivo per i gialloblù è quello di Adrian Mutu, che fece furore in maglia crociata negli anni duemila.

Fatto curioso ma soprattutto significativo: Man è sin qui l'acquisto più caro dell'era Krause, costato tra i 12 e 15 milioni, a seconda dei bonus (più o meno come Zirkzee potenzialmente, ma dipenderà dal riscatto), ed è diventato anche il secondo rumeno più caro della Serie A. Il primato? Spetta ad un certo Christian Chivu, prelevato dalla Roma nel 2003. Quanto al sua squadra di provenienza, per il club è una cifra record, dopo i precedenti Stanciu (all'Anderlecht) e Chiriches (al Tottenham).