Mercato, bisogna anche sfoltire la rosa: sono in tanti con le valigie in mano

17.09.2020 22:37 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Mercato, bisogna anche sfoltire la rosa: sono in tanti con le valigie in mano
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il Parma ha una rosa particolarmente ampia in questo momento, che risulta ingrossata dai tanti rientri dai prestiti avvenuti al termine della stagione appena conclusa. Questo aspetto, se ben ricordate, aveva già creato alcuni grattacapi all'ex ds crociato Daniele Faggiano, il quale non sempre era riuscito a piazzare tutti i giocatori in esubero (ad esempio il pensiero va a Yves Baraye, rimasto fuori rosa due anni fa). Ora tocca al nuovo direttore sportivo, Marcello Carli, misurarsi con questo problema. Sfoltire la rosa infatti rappresenta un must, non solo per permettere a mister Fabio Liverani di lavorare al meglio, ma anche ai vari giocatori sotto contratto di trovare una sistemazione più adatta alle loro esigenze.

Come detto, la lista dei giocatori da piazzare appare particolarmente lunga. Sotto contratto ci sono addirittura giocatori che erano in rosa in Serie D, come il già citato Yves Baraye, ma anche Lorenzo Simonetti e Giacomo Ricci. Sembra fuori dal progetto anche Alessio Da Cruz, che pure era stato salutato come un arrivo di grande prospettiva ai tempi del suo acquisto, ma che non ha ripagato le attese. C'è poi Jacopo Dezi, il quale però è stato utilizzato da Liverani nel precampionato: per lui le speranze di permanenza in rosa sembrano comunque poche, ma mai dire mai. Non dovrebbe restare neanche il parmigiano Marcello Gazzola, che però sta recuperando da un infortunio e per questo potrebbe essere più difficile da piazzare. Andrà via anche Michele Fornasier, reduce dal prestito al Trapani in Serie B, così come ripartiranno per altri lidi anche Eric Lanini, Marco Frediani, Sebastiano Longo, Giuseppe Carriero, Yves Kouadio. C'è poi Emmanuele Matino che però è seguito con forza dalla Salernitana e dovrebbe partire questa volta a titolo definitivo. Da piazzare anche Andrea Dini, che a Parma ha già vestito i panni del terzo portiere - ruolo che però, ad oggi, dovrebbe essere ricoperto da Fabrizio Alastra. Bisognerà poi trovare una sistemazione a tutti i classe 2000 che arrivano dalla Primavera, i quali risultano fuori categoria e dovranno trovare una squadra: tra questi ci sono i vari Fabio Alagna, Martin Montipò, Andrea Di Maggio, Vincenzo Mustacciolo (già al Ravenna l'anno scorso) e Lamin Colley. E non è escluso che possa partire in prestito anche Andrea Adorante, già aggregato l'anno scorso alla Prima Squadra ma che potrebbe farsi le ossa altrove.

Insomma, il lavoro da fare è davvero tanto, con molte cessioni minori da portare a compimento. La speranza, comunque, è quella di riuscire ad accontentare tutti.