Un dirigente poliglotta con un passato in Ferrari: il ritratto di Kalma, nuovo Managing Director

10.03.2021 12:01 di Donatella Todisco   Vedi letture
Un dirigente poliglotta con un passato in Ferrari: il ritratto di Kalma, nuovo Managing Director

Il Parma di Krause non è solo quello che, in maniera decisa, ha provato nel mercato di gennaio a rinforzare la squadra. Perché dopo l'idea di mettere mano sul Tardini, sta maturando anche la volontà di cambiare anche la stessa identità societaria: il nuovo ingresso di Jaap Kalma va salutato con entusiasmo, perché la direzione scelta rimane decisamente ambiziosa. Nato a Groningen nel 1966, il nuovo managing director olandese potrà risultare sconosciuto ai più, ma in realtà conosce molto bene la realtà italiana ed il nostro sistema calcistico. Dal 2013-2014 al 2016-2017 si è infatti occupato di marketing con il Milan, venendo scelto da Barbara Berlusconi per rilanciare l'immagine del club rossonero. Una situazione comunque particolare, visto che di li a poco c'era il sentore di grandi cambiamenti sul piano societario. Parla correttamente cinque lingue: inglese, olandese, italiano, francese e tedesco. Ha mosso i primi passi della sua carriera professionale nella multinazionale Accenture, specializzata nella consulenza e nei servizi tecnologici con posizionamento in oltre 120 Paesi del mondo. Da lì a Unilever, multinazionale anglo-olandese proprietaria di molti tra i marchi più diffusi nella nostra vita quotidiana. In Italia, nel 2006, si è unita a questa grande famiglia anche la Ferrari. Kalma a Maranello (evidentemente l'Emilia è nel suo destino...) inizia come Marketing Director Brand Development (sviluppo del marchio) e nel giro di un paio di anni arriva al ruolo di responsabile del brand con tanto di ingresso nel comitato esecutivo dell’azienda. Quindi c'è stato spazio anche per altre collaborazioni: FastPrototyping Lab a Growth+, Fullsix e Whazzo, alcune di queste sono realtà che si occupano di start-up digitali. Il Parma punta all'innovazione nonostante tutto e questo è un altro segnale confortante in vista del futuro.