Il futuro di Nicolas Schiappacasse: un altro anno a Parma o ritorno all'Atletico

22.06.2019 21:02 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Il futuro di Nicolas Schiappacasse: un altro anno a Parma o ritorno all'Atletico

Nicolas Schiappacasse è uno dei prospetti più interessanti del panorama giovanile mondiale. Il classe ’99 di proprietà dell’Atletico Madrid ha incantato nei tornei giovanili con la maglia della sua nazionale, conquistando un Sub-20 due anni fa giocando da sotto età e vincendo la classifica cannonieri nell’altro Sub-20, giocato lo scorso inverno. Impegnato quest’estate nel mondiale Under 20 in Polonia ha dato ancora una volta prova di tutti i suoi numeri e del suo talento, nonostante l’uscita anticipata del suo Uruguay. A 20 anni, specie se sei sudamericano, non è mai facile imporsi nei ritmi e nei tatticismi del calcio europeo, e infatti, dal suo arrivo in Italia nello scorso gennaio, Schiappacasse ha fatto molta fatica, trovando il campo col contagocce. Sono tanti i talenti che fanno sfracelli nel mondo giovanile ma che poi non riescono a ripetersi nel calcio dei grandi, quando l’esperienza e la professionalità hanno chiaramente un peso diverso. Schiappacasse è un diamante grezzo, un giocatori dai numeri speciali che però deve ancora trovare il suo posto nel mondo dei grandi. Ha la velocità e l’estro dell’esterno, ma anche la fisicità e il fiuto per il gol di una moderna seconda punta, o addirittura di un falso nueve. Il suo futuro è un enigma: l’Atletico ha tra le mani un potenziale craque ma il ragazzo ha bisogno di giocare. Tracciamo di seguito il profilo di Nicolas Schiappacasse, cercando di capire le sue mosse future:

SITUAZIONE CONTRATTUALE - Il Parma ha acquistato Schiappacasse dall’Atletico in prestito per 18 mesi, quindi il suo contratto scadrebbe nel giugno 2020. Bisognerà vedere però se Parma e Atletico saranno d’accordo nel far proseguire il percorso di crescita del ragazzo in Italia o se i colchoneros vorranno riportarlo in Spagna e cederlo in prestito in terra iberica.

LA STAGIONE - Impegnato nel Sub-20, Schiappacasse si aggrega al gruppo in febbraio, trovando l’esordio a fine mese giocando pochi minuti con il Napoli. Gioca un altro spezzone con l’Atalanta prima della chance da titolare contro il Frosinone: 52 minuti in cui il ragazzo è completamente avulso dal gioco che costringono D’Aversa a richiamarlo in panchina. La sua stagione si conclude allo Stirpe, saltando le ultime due gare per la pre convocazione al mondiale Under 20. Il suo bilancio è di 3 gare, per un totale di 80 minuti, e zero gol.

CHI LO CERCA - L’Atletico Madrid, proprietaria del cartellino, ha la possibilità di richiamarlo a casa e cederlo nuovamente in prestito, ma per ora non ci sono stati passi della società. Nelle prossime settimane ci sarà più chiarezza.

PERCENTUALI DI PERMANENZA - Vogliamo essere positivi e mettiamo un buon 65%. Schiappacasse merita una chance, vedremo se la avrà a Parma o altrove.