Focus - Con Scozzarella in campo dal primo minuto è tutto un altro Parma: 57% di vittorie

28.11.2019 17:55 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Focus - Con Scozzarella in campo dal primo minuto è tutto un altro Parma: 57% di vittorie

Ad inizio stagione Matteo Scozzarella sembrava ai margini della rosa, con zero minuti  giocati nelle prime quattro giornate e la prospettiva di un anno da seconda linea dietro ad Hernani e Brugman. Il suo esordio è datato 25 settembre, nella gara interna contro il Sassuolo vinta per 1-0. Il miglior Parma della stagione (fino a quel momento) crea moltissime chance e riesce a vincerla proprio nel recupero grazie all’autogol di Bourabia propiziato da Barillà. In quella partita Scozzarella gioca 67 minuti di grande livello, prima di lasciare il campo a Brugman per gli ultimi venticinque minuti. Da quella partita Scozza non esce più: gioca 90 minuti contro il Torino, 62 col Genoa e altri 90 a San Siro con l’Inter, partendo dalla panchina solo nella gara di Ferrara con la SPAL, curiosamente l’unica persa (subentrerà al 45’ a Kulusevski). Squalificato con la prova tv per un’espressione blasfema, salta la gara con il Verona, l’ultima sconfitta del Parma in campionato. Di seguito, il filotto con Fiorentina (90 minuti), Roma (71) e Bologna, nella gara forse più anonima del suo campionato ma caratterizzata da un problema fisico che lo ha costretto ad uscire al sessantesimo. Gli esami specifici hanno dato come esito una lesione di primo grado al muscolo soleo di sinistra, che faranno saltare al centrocampista le prossime gare.


Con Scozza titolare il Parma ha vinto il 57% delle gare, pareggiando nel restante 43% dei casi, incredibilmente, senza mai perdere (2.14 media punti a partita). I numeri non dicono sempre tutto ma questi dati sono abbastanza eloquenti: con Scozzarella in campo è un Parma più performante e vincente. Quando il centrocampista non è sceso in campo il Parma ha ottenuto solo una vittoria in cinque partite (vs Udinese) e ben quattro sconfitte (vs Juventus, Cagliari, Lazio ed Hellas Verona), raccogliendo appena 0.6 punti di media.

Indicativamente il centrocampista dovrebbero saltare due/tre gare, anche se i tempi di recupero sono da prendere con le molle. E’ probabile che Scozzarella torni a disposizione per l’ultima gara dell’anno, quella del 22 dicembre contro il Brescia. Fino ad allora D’Aversa dovrà affidarsi ad Hernani e Brugman, con la possibilità di vedere in regia anche Alberto Grassi che dopo la gara di Bologna è ormai recuperato. Sperando che i tre non facciano rimpiangere il metronomo ex Trapani, davvero uno degli uomini in più di questo Parma ottavo in classifica.