Dove eravamo rimasti? Dai sette infortunati pre-SPAL ai tre ko di ieri

18.06.2020 10:00 di Redazione ParmaLive Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Dove eravamo rimasti? Dai sette infortunati pre-SPAL ai tre ko di ieri

Avevano lasciato un Parma con ben sette assenze per la sfida alla SPAL: Sepe, Scozzarella, Hernani, Adorante, Laurini, Barillà, Inglese. Gravi gli infortuni di Inglese e Sepe, che hanno potuto riassorbire non solo i ko ma migliorare anche sensibilmente la condizione in questi tre mesi di stop. Non tutto il male vien per nuocere si potrebbe dire, anche se tutti avremmo preferito che questo tempo fosse trascorso in maniera del tutto diversa. A pochi giorni dalla ripresa i crociati possono contare sulla quasi totalità della rosa a disposizione, un fattore decisivo per D'Aversa, che dovrà cambiare spesso e con razionalità per evitare di arrivare alle gare decisive con i giocatori stanchi e scarichi. 

LA RIPRESA - A tre giorni dalla discesa in campo, sono tre i calciatori con poche o zero speranze di scendere in campo a Torino: Alberto Grassi, Giuseppe Pezzella e Luca Siligardi, che anche ieri hanno effettuato lavoro a parte. Per nessuno tuttavia si tratta di un infortunio grave e D'Aversa spera di averli già per la prima sfida interna contro l'Inter. Un sensibile miglioramento rispetto a inizio marzo, quando Inglese sembrava aver chiuso anzitempo il suo campionato e anche le condizioni di Sepe e Scozzarella non erano ideali. 

IL CASO KULUSEVSKI - Tornato in Svezia per qualche settimana, il giovane fantasista ha saputo mettere a frutto al massimo il periodo di stop, peraltro arrivato nella sua prima stagione da professionista: come detto, l'ex Atalanta ha avuto modo di riprendere brillantezza dopo sei mesi estramemente impegnativi, che l'hanno visto tra i più impegnati da D'Aversa nonostante la giovanissima età. Grazie anche ai consigli di Alves, Kulu ha saputo tirarsi nuovamente a lucido e tornare così in forma scintillante per la seconda parte di stagione.