PL - Ag. Caprari: "Il riscatto non è una questione di prezzo. Rinnovo fino ad agosto? Siamo preoccupati"

11.06.2020 20:13 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
PL - Ag. Caprari: "Il riscatto non è una questione di prezzo. Rinnovo fino ad agosto? Siamo preoccupati"

La situazione contratti in scadenza non tocca da vicino solo Dejan Kulusevski in casa Parma. Tra i giocatori che a fine mese vedranno il contratto terminare c'è anche Gianluca Caprari, acquistato in prestito con diritto di riscatto dalla Sampdoria nello scorso gennaio e il cui futuro è ancora incerto. Per provare a fare un po' di chiarezza, la redazione di ParmaLive.com ha contattato il suo agente, Davide Lippi, con cui ha parlato degli ultimi, difficili mesi e della situazione contrattuale:

Come ha vissuto questo periodo?
“L’ha vissuta come gli altri calciatori, si è allenato a casa come ha potuto, con il Parma che ha messo a disposizione le attrezzature per allenarsi da casa e adesso è tornato ad allenarsi in campo. Siamo tutti un pochino attenti nel vedere cosa succederà perché comunque è un campionato nuovo e ci vorrà molta attenzione, Caprari è molto concentrato e poi staremo a vedere cosa succede con la questione contratti, in attesa delle nuove comunicazioni”.

C’è un po’ di preoccupazione? 
“La preoccupazione c’è certamente, finché non vengono messi in ordine i regolamenti c’è. Bisogna capire cosa succederà con i riscatti e i rinnovi dei prestiti, manca ancora qualche giorno e speriamo si sistemino queste situazioni”. 

Faggiano lo ha inseguito a lungo, non solo nell’ultimo mercato. Com’è stato l’impatto con il mondo Parma?
“L’impatto è stato molto positivo, poi è chiaro che si parla di un mese di lavoro dopodiché si è interrotto tutto. L’impatto è stato positivo, per quanto può esserlo per un giocatore trasferitosi a gennaio e che ha cambiato una realtà dopo uno/due anni alla Sampdoria. Non è mai facile trasferirsi e cambiare ambiente però si stava ambientando e cominciava ad entrare piano piano nel sistema di gioco ma poi si è interrotto tutto. Deve avere l’intelligenza, la maturità e la tranquillità di ripartire da dove ci si era fermati. Ha avuto il tempo per integrarsi e sono convinto possa fare molto bene, anche date le caratteristiche morfologiche, fisiche, tecniche. I giocatori brevilinei presumo siano facilitati alla ripresa e con le partite ogni tre giorni. Spero possa essere molto utile al Parma e poi vedremo per quanto riguarda il discorso riscatto e prolungamento cosa vorrà fare la società”. 

Non ne avete ancora parlato? Forse si ridiscuterà del prezzo?
“No, non ne abbiamo ancora parlato. Non credo si ridiscuterà del prezzo, non è quella la questione, bisogna capire cosa succederà col campionato. Fino a dieci giorni fa non si sapeva nemmeno se si sarebbe tornati a giocare, ora c’è la certezza ma non sappiamo se si finirà. Vediamo che succede, dalla Lega devono dirci cosa fare con questi prestiti e scadenze e mettere a posto questo, dopodiché si valuterà. Aspettiamo a giorni novità”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA