Nessuna pietà: sfruttare il momento del Napoli in crisi d'identità. Per rovinare l'esordio a Gattuso

11.12.2019 23:19 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Nessuna pietà: sfruttare il momento del Napoli in crisi d'identità. Per rovinare l'esordio a Gattuso

Napoli e Parma, stessi punti ma opposti stati d'animo. Perché per i partenopei, avere gli stessi punti dei crociati, con tutto il rispetto di quest'ultimi, è un mezzo fallimento. Certificato da una situazione da sceneggiata napoletana, con una squadra ammutinata, liti interne ma ben conosciute all'esterno e un allenatore esonerato subito dopo aver conquistato la qualificazione agli ottavi di Champions League. E così i gialloblù, questo sabato, avranno un'occasione d'oro. Approfittare di una squadra in grave crisi d'identità, lontana 17 punti dalla vetta dopo 15 giornate e reduce da zero vittorie nelle ultime sette gare, con un ruolino di marcia più da retrocessione che da zona Champions.

Al "San Paolo", di fronte a un Napoli in ambasce, i crociati dovranno rovinare l'esordio in azzurro a mister Gattuso appena insediatosi. Con gli uomini di D'Aversa che hanno tutte le carte in regola per farlo: i gialloblù hanno già fermato la capolista Inter e la Roma, hanno messo in difficoltà Juventus e Milan e hanno mostrato una grande costanza lungo tutto l'arco della stagione. Senza contare gli ex come Sepe, Grassi e Inglese, adesso davvero ex, che potrebbero cercare soddisfazione contro la squadra che li ha venduti. E allora contro il Napoli si può fare. Sarebbe un vero peccato non provarci fino in fondo.