Kalma e Ribalta aprono la rivoluzione, ma potrebbero non essere i soli. Si apre il toto-panchina

11.05.2021 19:29 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Kalma e Ribalta aprono la rivoluzione, ma potrebbero non essere i soli. Si apre il toto-panchina
© foto di Pasta/ParmaLive.com

E se non fosse finita? Le indiscrezioni raccolte nell'ultima settimana parlano di un nuovo ingresso dirigenziale nel Parma 2021/22, che evidentemente Kyle Krause vuole molto strutturato per cercare immediatamente la risalita in Serie A. Dopo Kalma e Ribalta quindi si pensa ad un terzo innesto nel comparto dirigenziale, anche se non è chiaro in che veste e se l'idea avrà effettivamente un suo seguito. Il che lascia presagire che la situazione dell'attuale ds Carli, argomento mai affrontato nelle recenti dichiarazioni, vada verso un esito poco piacevole. Ma non è ancora detta l'ultima parola, anche alla luce del rapporto stretto dall'ex Cagliari ed Empoli con il presidente Krause in questi difficili mesi. 

In un editoriale della scorsa settimana invocavamo una scelta abbastanza rapida circa il nuovo tecnico, non tanto per una questione di fretta, quanto piuttosto per sfruttare l'unico lato positivo di essere retrocessi con un mese di anticipo: mentre le altre si giocano il futuro, il Parma ha un mese in più per programmare la stagione che verrà. Al momento però non si registrano accelerate sul fronte nuovo allenatore, anche perché l'avere due tecnici a bilancio (oltre a D'Aversa, anche Liverani ha un contratto fino al 2022) non aiuta: il sondaggio con Juric non sembra aver avuto gli esiti sperati né è proseguita oltre quel contatto raccontato settimana scorsa. D'altronde convincere un allenatore che ambisce all'Europa a scendere in B sarebbe stata un'impresa in ogni caso, quindi servirà allargare gli orizzonti e cercare altrove l'uomo a cui sarà affidata la rinascita del club.