Il Parma parte per il ritiro, ma il mercato è più vivo che mai. A breve attesa la chiusura di diverse operazioni

09.07.2019 23:32 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Il Parma parte per il ritiro, ma il mercato è più vivo che mai. A breve attesa la chiusura di diverse operazioni

Il Parma ha iniziato oggi il suo ritiro in quel di Prato allo Stelvio, dove resterà per due settimane per svolgere la prima parte di un ritiro che proseguirà in Austria, per chiudersi con un'amichevole in Inghilterra. Ma nella prima parte del ritiro le porte dell'albergo che ospita i crociati saranno girevoli. Nella lista dei convocati diramata ieri sono presenti alcuni nuovi acquisti crociati, ma già nella giornata di oggi è arrivato un volto nuovo, ed a breve potrebbe essere seguito da altri acquisti.

Partiamo da Simone Colombi, portiere ormai ex Carpi, che in giornata ha raggiunto i crociati in altura. Sarà lui il secondo portiere crociato, alle spalle di Luigi Sepe, che in attesa dell'ufficializzazione del suo passaggio a titolo definitivo dal Napoli al Parma già si allena con i crociati. Da definire resta solo il ruolo di terzo portiere, che potrebbe fare la spola tra prima squadra e Primavera.

Dopo aver messo al sicuro la porta crociata, il lavoro ancora da fare sul mercato è tanto: in difesa l'unico ruolo coperto è quello del terzino destro, grazie all'acquisto di Vincent Laurini e alla conferma di Marcello Gazzola. Poi tre centrali, Bruno Alves, Simone Iacoponi ed il neo acquisto Kastriot Dermaku: ne servirà almeno un altro. Sulla fascia sinistra si può contare il solo Riccardo Gagliolo, adattato nella scorsa stagione al ruolo di terzino: si è fatto il nome di Giuseppe Pezzella, visto in azione nell'ultimo Europeo Under 21, ma l'Udinese deve cautelarsi in quel ruolo prima di lasciarlo partire. 

A centrocampo il ritorno di Alberto Grassi darà manforte agli stakanovisti della scorsa stagione: Juraj Kucka e Antonino Barillà sono confermatissimi protagonisti della mediana crociata. Da valutare la situazione di Josè Machin, mentre Jacopo Dezi e Gianni Munari sono destinati a lasciare la truppa crociata. Ci sarà poi l'innesto dell'algerino Mehdi Abeid, impegnato in Coppa d'Africa e dell'ultimo nome fatto in giornata: Hernani, centrocampista brasiiano di 25 anni che nelle ultime stagioni ha giocato nello Zenit San Pietroburgo. Una trattativa portata avanti in sordina e chiusa rapidamente, per mettere al sicuro il centrocampo crociato, che ora può contare su ben 5 giocatori di livello. Ed ecco che potrebbero uscire Leo Stulac e Matteo Scozzarella, verso la Serie B.

Infine la zona offensiva, quella che al momento è più carente e dove saranno tante le uscite, ma anche tante le entrate. E' attesa per domani la firma di Yann Karamoh, che andrà ad occupare la pedina di esterno offensivo di destra, con a sinistra Gervinho: e proprio l'ivoriano è la prima incognita. Resterà a Parma o accetterà le sirene turche? Poi manca il centravanti: i lavori per riportare in crociato Roberto Inglese proseguono senza sosta, ma la domanda è altissima. La pista Mario Balotelli è stata abbandonata. Possibile un nome a sorpresa? O si attenderà il finale della sessione per puntare ad uno sconto su un pezzo pregiato? Il lavoro per Daniele Faggiano è ancora tanto, ma le basi sono state gettate ed ora toccherà a mister D'Aversa plasmare la squadra, inserendo di volta in volta i nuovi acquisti ed il direttore sportivo crociato ha abituato i tifosi a mosse a sorpresa su piste scandagliate in gran segreto. Non resta che attendere fiduciosi.