Il mercato procede spedito, tra giovani di talento e fuoriserie per la categoria. Ma chi raccoglierà l'eredità di Bruno Alves?

08.07.2021 20:50 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Il mercato procede spedito, tra giovani di talento e fuoriserie per la categoria. Ma chi raccoglierà l'eredità di Bruno Alves?
© foto di ParmaLive.com

Javier Ribalta e Mauro Pederzoli, a mio parere, stanno finora conducendo un bel calciomercato. Certo, non voglio parlare troppo presto: anche il mercato dello scorso anno lasciava presagire altro rispetto al risultato finale. Questa volta però mi sembra che il mercato del Parma sia più oculato, con scelte mirate che vanno sì a confermare la linea intrapresa lo scorso anno, privilegiando la linea verde. Al tempo stesso, non si disdegna l'acquisto di giocatori affermati, che possano da subito far fare un salto di qualità alla rosa. Ho letto in giro - e non posso dar loro del tutto torto - qualcuno avere addirittura l'impressione che questa rosa sia più forte di quella dello scorso anno grazie agli arrivi di Buffon e Vazquez che, in effetti, potrebbero alzare il valore tecnico della squadra. Altri acquisti, come il polacco Benedyczak, lo spagnolo Bernabé e Daniele Iacoponi, testimoniano invece la voglia di continuare nel solco delle scorse sessioni di mercato, focalizzate su giovani promettenti non necessariamente italiani. Insomma, stesso focus dello scorso anno, ma - sembra - con obiettivi più mirati. Vedremo se poi il campo darà ragione ai dirigenti crociati, ma le buone impressioni ci sono.

Oltre all'aspetto cessioni, però, ci aspettiamo ancora qualche arrivo in casa Parma. A centrocampo i giochi potrebbero essere già fatti ma le cessioni potrebbero determinare altri acquisti, così come in attacco dove al momento c'è qualche situazione da sbrogliare. Secondo me però il ruolo dove potremmo ancora vedere diversi ritocchi è la difesa: in primo luogo, perché tanti giocatori in questo settore del campo sembrano sul piede di partenza (da Pezzella a Gagliolo, passando per Laurini). In secondo luogo, il Parma deve ancora sostituire Bruno Alves, che si è accasato al Famalicao (a proposito, in bocca al lupo per la nuova avventura). Tale sostituzione però non deve essere tanto sotto il profilo tecnico, quanto piuttosto sotto l'aspetto carismatico. Per guidare una difesa che vuole proporsi come vincente, infatti, serviranno personalità e capacità nel capitanare l'intero reparto. Giocatori come Osorio e Valenti sono meritevoli di fiducia, ma un giocatore più esperto che sia valido tecnicamente e che rappresenti un punto di riferimento potrebbe però essere quello che serve a questa squadra per mettere a posto anche la difesa. Per i terzini invece vedremo, ma del resto il calciomercato è ancora lungo...