Il digiuno interno dura da troppo tempo: contro il Genoa per tornare alla vittoria davanti ai tifosi

06.03.2019 21:00 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Il digiuno interno dura da troppo tempo: contro il Genoa per tornare alla vittoria davanti ai tifosi

25 novembre 2018, Parma-Sassuolo 2-1. Sembra difficile da crederci, ma è proprio questa la gara che rappresenta l'ultima vittoria dei crociati davanti al proprio pubblico. Un digiuno che insomma dura da tre mesi e mezzo: tanto, troppo anche per una squadra che gioca un calcio "da trasferta". Era ancora il 2018, e ancora non si era entrati ufficialmente in inverno. Ora si presenta l'occasione per interrompere questa striscia, visto che sabato i crociati ospiteranno il Genoa. Come sempre in tutte le gare di Serie A non sarà facile, ma questo lo sappiamo: il Genoa è squadra tosta che, con Prandelli in panchina, ha saputo trovare una sua quadratura del cerchio e sta viaggiando verso la salvezza, anche senza Piatek che è stato il suo bomber assoluto nella prima parte del campionato.

Come il Genoa, anche il Parma viaggia verso la salvezza, nonostante nella prima parte del 2019 il rendimento non sia stato così positivo come nel girone d'andata. 30 punti per entrambe, una vittoria servirebbe a tutte e due le squadre per avvicinarsi ancor più concretamente all'obiettivo stagionale, e per evitare di guardarsi troppo alle spalle. Quel che è certo però è che il Parma non vince in casa da parecchio, e avrà dalla sua la motivazione del voler dare una gioia ai propri tifosi. Del resto i supporters crociati lo meritano: il calore con il quale, nell'ultima gara casalinga, i tifosi hanno sostenuto il Parma nonostante la larga sconfitta con il Napoli lo dimostra. E visto che l'ultima volta tra le mura amiche il Parma ha perso rovinosamente, il Genoa rappresenta l'occasione giusta per riscattarsi dal tonfo con i partenopei di due settimane fa.