Il campo mette in pausa il mercato. Lo schiaffo di Bergamo impone una grande prova, anche per un calendario che intimidisce

13.01.2020 16:05 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Il campo mette in pausa il mercato. Lo schiaffo di Bergamo impone una grande prova, anche per un calendario che intimidisce

Lo schiaffo a cinque dita di Bergamo chiama una grande reazione: il brutto ko contro l'Atalanta ha risvegliato il ramo di critica più perfida, quello che si era ovviamente sopito dopo i grandi successi contro Napoli e Sampdoria. Ma è stata soprattutto la squadra e la società a prendere male una sconfitta che purtroppo fotografa bene il divario presente tra le due squadre in questo momento. E sebbene in passato tattica e volontà erano riuscite ad annullare questo differenziale, contro l'Atalanta al Parma è riuscito davvero poco di quanto programmano. Un inciampo che ha spinto la società a mettere il mercato in stand-by, almeno per dieci giorni, e concentrare tutti gli sforzi sul campo, dove le sfide contro Lecce e Roma dovranno dare risposte importanti all'allenatore e al direttore sportivo, che intanto ha allungato la panchina aggiungendo una pedina come Kurtic. Un affare che ricorda tanto quello concluso con Kucka solo dodici mesi fa, l'augurio è che gli esiti siano proprio gli stessi. 

Domenica prossimo "andiamo" a Torino (purtroppo senza l'apporto di chi spingerà la squadra stasera e giovedì), poi in sequenza l'Udinese (in formissima) in casa, trasferta a Cagliari, di nuovo in casa con la Lazio e fuori contro il Sassuolo. Un calendario niente male, che di certo "intimidisce", soprattutto perché a differenza dell'andata gli scontri diretti saranno in trasferta e le sfide contro le big in casa: una situazione che spesso ha esaltato la squadra di D'Aversa (Roma docet) ma che sarebbe affrontata con la giusta leggerezza solo con un buon carico di punti alle spalle. Insomma, vincere con il Lecce potrebbe essere non solo importantissimo per classifica e morale, ma anche per inaugurare al meglio un 2020 che si annuncia ancora ricchissimo di obiettivi da centrale e sfide da vincere, sul campo e non solo.