Calciomercato di giugno con tante voci e pochi atti concreti: la pazienza è la virtù dei forti

20.06.2019 00:00 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Calciomercato di giugno con tante voci e pochi atti concreti: la pazienza è la virtù dei forti

Il calciomercato di giugno, per certi versi, non è ancora vero e proprio calciomercato. Le voci che si leggono in queste settimane sono perlopiù indiscrezioni, trattative, indiscrezioni di trattative, eccetera. Insomma, non è l'ora delle ufficialità e non è il momento di aspettarsele. Anche perché l'estate è lunga, con oltre due mesi ancora a disposizione per completare la squadra. Bisogna dunque armarsi di calma e pazienza: un discorso che vale sia per gli uomini di mercato del Parma, ma soprattutto per i tifosi, che bombardati da tutte queste notizie magari fremono per sognare gli annunci di nuovi calciatori. Però, si sa, ci vuole tempo. Gli unici fatti concreti dai quali possiamo partire sono le considerazioni oggettive: tanto per cominciare è probabile che vedremo tante facce nuove. Tra contratti in scadenza, prestiti che non verranno rinnovati e giocatori in uscita sicura, ci aspettiamo che la fisionomia della rosa a disposizione di mister D'Aversa cambi. Un'altra cosa che sappiamo è che la società ha le idee chiare, tanto da aver deciso subito di dar fiducia a D'Aversa e Faggiano, rinnovando loro i contratti; un aspetto non da poco, mi preme sottolineare, se pensiamo a quante società hanno cambiato allenatore o direttore sportivo negli ultimi giorni e/o settimane.

Queste sono le certezze che, per ora, il Parma ci presenta. Non è proprio poco, visto che ciò ci assicura che vedremo senza dubbio un bel po' di movimento. Serve quindi pazienza, come detto: a questo dobbiamo aggiungere il fatto che i crociati non devono fare i conti con strane situazioni giudiziarie. Dopo aver conquistato la salvezza al primo anno - impresa non scontata, visto che le altre due neopromosse sono retrocesse - sono stati costruiti i presupposti per fare un ulteriore passo in avanti. Tutti questi elementi che abbiamo in mano, dunque, devono renderci fiduciosi in vista dei prossimi mesi estivi.