Bentornata difesa! Per la prima volta nel girone di ritorno, 180 minuti senza subire gol. E col Milan il terzo 0-0 di fila sarebbe oro

16.04.2019 20:58 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Bentornata difesa! Per la prima volta nel girone di ritorno, 180 minuti senza subire gol. E col Milan il terzo 0-0 di fila sarebbe oro

Prima non prenderle e poi, in caso, darle. Sembra essere questo il nuovo motto dei gialloblù che nelle ultime due partite, con Torino e Sassuolo, non hanno visto mai il pallone finire in rete. Né da una parte, né dall'altra. La salvezza, insomma, passa soprattutto dalla difesa. Il Parma lo sa bene e anche chi dà un'occhio alle statistiche conosce tale situazione: le tre squadre con più gol al passivo sono anche le tre in fondo alla classifica. Poi è ovvio: senza vittorie è impossibile farcela ma qui il Parma ha un'arma micidiale: i sei punti di vantaggio sull'Empoli a sei giornate dal termine.

I toscani, per intenderci, non possono più pareggiare, anzi. Il segno X di ieri con l'Atalanta, che in qualsiasi altro periodo della stagione sarebbe stato festeggiato come una vittoria, adesso è pieno di rammarico: non un punto guadagnato ma una giornata persa. Perché il Parma è sempre lì, a sei punti, ma con un turno in meno da disputare. E visti i tanti scontri diretti in fondo alla classifica, per i gialloblù diventa fondamentale non perdere. E rimanere con la porta blindata è garanzia di farcela. Poi, ovviamente, lì davanti servirà tornare a segnare. Magari non col Milan, visto che uno 0-0 sarebbe oro puro. Ma già dalla settimana dopo col retrocesso Chievo.