Alves, Iacoponi e...Gervinho. L'ivoriano torna capitano dopo un anno. Magari per scacciare le voci di mercato...

20.01.2021 23:00 di Sebastian Donzella   Vedi letture
Alves, Iacoponi e...Gervinho. L'ivoriano torna capitano dopo un anno. Magari per scacciare le voci di mercato...
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Era il 10 novembre del 2019. Il Parma batteva per 2-0 la Roma. Con Gervinho, il grande ex, capitano gialloblù per la quarta gara di fila. Da quel momento in poi, per oltre un anno, comprensivo di tutto il 2020, l'ivoriano non ha più indossato dal primo minuto la fascia al braccio. Ben salda sul bicipite di Bruno Alves, il grande saggio del clan crociato, che l'aveva momentaneamente ceduta all'ex Arsenal per quattro match a causa di un infortunio. 

Questo weekend, nel derby contro il Sassuolo, complice l'assenza del lusitano, Gervinho è tornato a scambiare di persona il gagliardetto con il capitano avversario. Eppure, tra la fine della scorsa stagione e l'inizio di quella attuale, il portoghese si è dovuto assentare in altre occasioni. In pieno luglio, contro Samp e Brescia, il difensore non è sceso in campo da titolare ma la sua fascia è stata ereditata da Simone Iacoponi, che lo ha sostituito nella veste di capitano anche contro Udinese, Spezia e Inter a ottobre, ovvero nel campionato attuale, con Alves out causa Covid. In tutte queste occasioni, è bene ricordarlo, Gervinho è partito sempre titolare. Domenica il lusitano è rimasto nuovamente ai box, questa volta per infortunio.

In questo caso, però, si è tornati all'antico, con la fascia tornata sul braccio del fantasista crociato. A oltre un anno di distanza dall'ultima volta, con Iacoponi ben presente in campo. Un bel segnale di responsabilizzazione quello lanciato da mister D'Aversa al suo capocannoniere. E chissà se non si tratti anche di un segnale lanciato al mercato, per scacciare tutte quelle voci che vorrebbero Gervinho con la valigia in mano...