Cagliari, Maran: "Domani partita stimolante. Anche noi con tante assenze"

31.01.2020 12:50 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Cagliari, Maran: "Domani partita stimolante. Anche noi con tante assenze"

Il tecnico del Cagliari, Rolando Maran, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani pomeriggio contro il Parma alla Sardegna Arena. Queste le parole del tecnico dei rossoblu: "È una partita facile da decifrare: loro hanno i nostri stessi punti, hanno corso molto e hanno fatto un mercato ambizioso. È una squadra con determinate caratteristiche, riesce a sporcare bene le partite e dovremmo essere attentissimi: sarà una partita stimolante".

Sbollita la rabbia dopo la gara di San Siro?
"Abbiamo messo in campo una grande prestazione, con personalità e piglio di vincere la partita. Questo è quello che mi porto dietro da Milano".

Chi ci sarà domani e chi no?
"Sicuramente non ci saranno Ceppitelli, Ragatzu, Rog, Cerri e Pavoletti. Oggi è una giornata particolare, per me al momento è così. Non ho ancora fatto i convocati perché è tutto in divenire. Ci siamo allenati forte e per me questo conta. Vedremo stasera".

Preparare la gara con il mercato di mezzo: pro e contro?
"Sinceramente non vedo dei pro, ma sono contento della risposta che mi hanno dato i ragazzi".

Nandez e Pereiro: più contento della permanenza del primo o dell'arrivo del secondo?
"Sono contento della rosa che ho, Nahitan fa parte di quelli e rientra in quella logica. Non posso parlare di chi ancora non ho visto..."

Simeone sta segnando poco finora, anche sta facendo prestazioni di sacrificio.
"Gli ho parlato proprio dopo la gara di Milano, sono contento di come ha giocato: sono felicissimo di come lavora per la squadra e la squadra ne trae benefici facendo risultato, il gol arriverà".

Walukiewicz e Oliva: meritano la conferma?
"Per quanto riguarda il modulo, ho visto che abbiamo fatto bene a Milano e abbiamo lavorato ancora su questo. Sui singoli non posso dirvi nulla, perché non l'ho ancora detto neanche a loro, ma sono giocatori che hanno dimostrato di poter far bene come gli altri".

Il 3-5-2 è un modulo che si può proporre anche in casa?
"Assolutamente sì, perché a Milano mi è piaciuta la risposta e la prestazione che hanno messo in campo i ragazzi".

C'è un po' di rammarico per la cessione di Castro?
"Finché non è ufficiale, non posso parlare di questo. Avrò il piacere di rispondere appena diventerà tutto ufficiale, specie per il rapporto che mi lega al Pata".

La concomitanza dell'impegno interno della Primavera le permetterà di chiamare qualche giovane?
"Vedremo, sicuramente è una possibilità di cui terrò conto visto che ancora non so chi avrò a disposizione".

Cragno è ormai tornato il titolare?
"Mi sembra ingeneroso parlare in questi termini, ma sicuramente domani giocherà ancora Alessio".