Amarcord - 17/01/09, quel pareggio amaro con il Sassuolo e una classifica da rimontare

17.01.2016 10:35 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Amarcord - 17/01/09, quel pareggio amaro con il Sassuolo e una classifica da rimontare

Sono passati sette anni: era Serie B, visto che l'anno prima, dopo diciotto anni ininterrotti di massima serie, il Parma era mestamente retrocesso in cadetteria a causa degli errori della dirigenza Ghirardi. Al Tardini va in scena Parma-Sassuolo, con i neroverdi al loro primo storico campionato di Serie B dopo tanti anni nelle serie minori, mentre i gialloblu si trovano alle prese con un derby completamente nuovo. La situazione di classifica è anche particolare: il Parma, che come obiettivo dichiarato ha chiaramente la promozione in Serie A, non ha iniziato affatto bene, tanto che l'allenatore che aveva iniziato la stagione, Gigi Cagni, è stato esonerato per far posto a Francesco Guidolin. E sarà proprio Guidolin a condurre la squadra verso una sofferta, ma meritata, promozione.

Eppure, la sfida con la matricola terribile Sassuolo è più ostica del previsto: i neroverdi di Mandorlini giocano bene, chiudendo gli spazi alla squadra di Guidolin, la quale non riesce a trovare la via del gol. Dopo un primo tempo terminato a reti bianche, la svolta potrebbe arrivare all'ora di gioco, quando l'arbitro Orsato di Schio comanda un calcio di rigore per la squadra di casa. Sul dischetto va Cristiano Lucarelli, che non sbaglia: è il decimo centro stagionale per l'attaccante livornese, il settimo su rigore, ed è un gol molto importante, perché aiuta a sbloccare una sfida molto complicata per la formazione di Guidolin. Il Parma tuttavia non riesce a trovare il gol del k.o., e, anzi, Guidolin decide di coprirsi, togliendo il fantasista Leon e mettendo in campo un esterno difensivo come Antonelli. Al tempo stesso, Mandorlini ci crede: esce il giovane Poli, dentro l'attaccante Horacio Erpen. E proprio questa sarà una mossa decisiva, perché su calcio di punizione a tempo scaduto sarà proprio il giocatore argentino (che oggi, alle soglie dei 35 anni, gioca ancora in Italia nelle fila della Carrarese) a battere Pavarini, segnando uno storico 1-1 che mette in difficoltà il Parma, che rallenta così la corsa verso la vetta della classifica. La rincorsa dei crociati, tuttavia, troverà comunque un suo lieto fine, con la promozione a fine campionato insieme al Bari di un emergente Antonio Conte.

TABELLINO
PARMA: Pavarini, Zenoni, Troest, Rossi, Castellini, Morrone, A. Lucarelli, Budel, Leon (75' Antonelli), Reginaldo (85' Paloschi), C. Lucarelli.
Allenatore: Guidolin.

SASSUOLO: Bressan, Rea, Andreolli, Piccioni, Donazzan (85' Filkor), Poli (85' Erpen), Magnanelli, Pensalfini (65' Della Rocca), Salvetti, Noselli, Masucci.
Allenatore: Mandorlini.

Arbitro: Orsato di Schio.
Marcatori: 61' rig. C. Lucarelli (P), 92' Erpen (S).