Piazzi annuncia la ripresa delle attività giovanili: "In sicurezza, non dimenticheremo questi mesi"

30.10.2020 19:16 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Piazzi annuncia la ripresa delle attività giovanili: "In sicurezza, non dimenticheremo questi mesi"
© foto di ParmaLive.com

Dopo lo stop annunciato la scorsa settimana, con grande gioia il Parma Calcio giovanile potrà riprendere i suoi allenamenti a partire da martedì 3 novembre. A dare la buona notizia a famiglie e ragazzi è il responsabile del settore giovanile Luca Piazzi, che in un lungo messaggio racconta la difficoltà degli ultimi mesi: “A distanza di circa 9 mesi dalla comparsa del virus, mesi che faremo fatica a dimenticare e che rimarranno per sempre scolpiti nella nostra memoria, dopo una laboriosa ripartenza di tutte le nostre squadre che ci aveva fatto ritrovare fortificati e temprati da un punto di vista motivazionale e caratteriale, più forti e responsabili di prima, senza dare nulla per scontato, più consapevoli di quello che facciamo e con ancora più voglia di stare insieme, ci ritroviamo ora a dover fronteggiare questa nuova crisi… Speravamo di non doverci trovare nuovamente in questa situazione, ma purtroppo dobbiamo prenderne atto e riorganizzarci forti della precedente esperienza. Faremo di tutto e di più per rendere questo stop più breve ed indolore possibile, ma non dipenderà solo da noi: riprenderemo per gradi e con una riprogrammazione dell’attività fino al 23 Novembre, sempre tenendo monitorata la situazione a livello generale e di conseguenza le eventuali ulteriori determinazioni da parte del Governo (possibilità di potersi muovere o meno, proseguimento o meno dell’attività scolastica in presenza ecc.) e della FIGC (allo stato attuale è stata decisa la sospensione dei campionati da U18 a scendere, detto questo per le categorie dell’Attività Agonistica U15+U16+U17+U18 è concessa la possibilità di potersi allenare). Il nostro intendimento, lo diciamo chiaramente, è quello di portare avanti l’attività. Al momento quella agonistica in quanto unica consentita. Ma di riprendere anche Attività di Base e Femminile quanto prima, cercando di fornire a tutti (giocatori, staff, addetti ai lavori) il nostro supporto affinché possa continuare il nostro percorso formativo, pur sapendo che ci attendono mesi difficili, e che per riuscire nel nostro intento servirà un forte senso di responsabilità e di rispetto delle regole, indispensabili per portare avanti attività nel rispetto della salute di tutti. Certi del fatto che tutti abbiano compreso che ognuno è responsabile non solo per se stesso, ma anche per gli altri, vorremmo sottolineare anche che in caso di positività al Covid 19 andranno ripetute le visite di idoneità alla pratica sportiva prima che possa essere ripresa attività agonistica sul campo. Ci attendono mesi nei quali dovremo stare in trincea, ma sono certo che anche questa volta ne usciremo a testa alta e ancora più orgogliosi di noi, per come saremo riusciti a superare, tutti insieme, da ‘squadra’ questi momenti difficili”.