D'Aversa a Sky: "Perso per errori di gioventù. Mercato? Presidente e direttore sanno ciò che ci serve"

10.01.2021 17:38 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
D'Aversa a Sky: "Perso per errori di gioventù. Mercato? Presidente e direttore sanno ciò che ci serve"

L'allenatore crociato Roberto D'Aversa, intercettato dai microfoni di Sky, si è così espresso al termine del match con la Lazio: "Considerando tutto quello che è successo in questi giorni, devo fare i complimenti ai ragazzi, perché per 60' hanno tenuto testa ad una squadra forte come la Lazio. Il rammarico è di aver subito gol per poca malizia, dovevamo gestirla meglio, abbiamo commesso errori di gioventù. L'amarezza è solo per quello. E' chiaro che, se vai sotto contro una squadra come la Lazio, fai più fatica a recuperare il risultato. Ma sotto l'aspetto dell'impegno non posso rimproverare niente ai miei".

Quanti rinforzi servono in questa sessione?
"Il presidente e il direttore sportivo sanno ciò di cui ha bisogno la squadra. Io posso solamente cercare di migliorare la situazione, lavorando su questi ragazzi. Penso soltanto al campo. Per me non c'è nessun problema, io posso fare anche tutto il campionato con Balogh titolare, oggi è stato uno dei migliori. E' un ragazzo che viene dalla Primavera, per me non c'è nessuna problematica. I giocatori forti giocano a prescindere dall'età".

Gervinho è una risorsa da sfruttare?
"Sicuramente è un giocatore importante. Ma dall'anno scorso la qualità della squadra è aumentata, perciò, oltre alle giocate dell'ivoriano, abbiamo sviluppato altre situazioni importanti: spesso e volentieri portiamo 4-5 giocatori in rifinitura. Bisogna ragionare sulle qualità dei giocatori che si hanno a disposizione. Per 65', i ragazzi, anche i nuovi, hanno cercato di applicarsi. Faccio loro i complimenti, però bisogna ragionare sul fatto che non possiamo buttar via le partite con errori come quelli di oggi".

Serve un'iniezione di giocatori più pronti?
"Io penso che, anche per far sì che giovani come Busi possano crescere, c'è bisogno di solidità. Se chiediamo tanto a questi ragazzi, li mettiamo solamente in difficoltà. Il campionato italiano è molto difficile, ci vuole del tempo per far crescere e ambientare i nuovi. Ci deve essere un mix, presidente e ds sanno ciò che ci vuole. Il ritorno di D'Aversa non basta al raggiungimento dell'obiettivo, un po' tutti dobbiamo dare qualcosa in più: parlo in generale".