Operazione sfoltimento: tutti i giocatori da piazzare in questi ultimi giorni di mercato

27.08.2021 17:40 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Operazione sfoltimento: tutti i giocatori da piazzare in questi ultimi giorni di mercato
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Con pochi giorni che ormai ci separano dalla chiusura di mercato, è tempo di fare il punto della situazione sullo spinoso argomento delle cessioni. Sì, perché la rosa del Parma è senza dubbio molto ampia, e si prevede che nei prossimi giorni possa esserci molto movimento in uscita. Chiaramente, la situazione dei giocatori non è la stessa: abbiamo infatti riconosciuto tre categorie, con giocatori che non rientrano nei piani del club, altri la cui posizione appare invece in bilico, e altri ancora a caccia di minutaggio nelle serie inferiori.

QUELLI CHE NON RIENTRANO PIU' NEI PIANI - In questo momento, ci sono diversi calciatori reduci dalla retrocessione che però non fanno parte del gruppo di Maresca, pur essendo sotto contratto con il Parma. Inevitabile pensare che non facciano parte dei piani del club. A guidare questo manipolo di elementi è senza dubbio Luigi Sepe, che sta faticando più del previsto a trovare una sistemazione: per lui si è chiusa anche la possibilità Sampdoria, la speranza è che possa riaprirsi l'opzione Inter (ma i nerazzurri dovrebbero prima cedere Ionut Radu). In questa categoria ci sono altri protagonisti delle scorse stagioni, come ad esempio Yann Karamoh (che ha richieste dall'estero). C'è da piazzare anche Vincent Laurini, che potrebbe avere mercato in massima serie, mentre Luca Siligardi e Mattia Sprocati, al pari di Kastriot Dermaku, potrebbero avere una nuova occasione in cadetteria. Fuori dai piani sembrano anche l'altro portiere Andrea Dini (il terzo portiere sarà infatti Martin Turk), Giacomo Ricci, Francesco Golfo ed Eric Lanini: per questi ultimi si attendono richieste da Serie B e C. Va comunque specificato che, qualora qualcuno non venisse ceduto, il Parma potrebbe decidere di reintegrarlo in rosa, visto che parliamo (perlomeno in alcuni casi) di giocatori ancora più che validi per la Serie B.

QUELLI CHE RESTANO IN BILICO - Questa è la categoria sicuramente più spinosa: si tratta di elementi del tutto abili e arruolabili e che fanno tuttora parte del gruppo, ma la cui cessione potrebbe essere valutata in questi ultimi giorni. Il più vicino all'addio è proprio il capitano dei crociati, Riccardo Gagliolo: sembra fatta con la Salernitana, nonostante il difensore italo-svedese sia stato utilizzato in questo avvio di stagione. Yordan Osorio sembra molto più vicino alla permanenza rispetto alle scorse settimane, ma occhio a possibili offerte degli ultimi giorni. Sempre in difesa, da seguire le situazioni di Daan Dierckx (ne abbiamo parlato proprio oggi, ndr), Maxime BusiVasileios Zagaritis e Simone Iacoponi, tutti giocatori poco o per nulla impiegati in queste prime partite. Iacoponi, in particolare, è un giocatore di grande esperienza per la categoria ma ancora inutilizzato in quest'avvio di stagione. Scontato dire comunque che non tutti questi elementi partiranno, anche perché, pur essendoci diversi difensori in arrivo, se il Parma cedesse tutti poi si ritroverebbe con la coperta corta. A centrocampo potrebbe invece salutare Gaston Brugman che ha richieste in Spagna, mentre in attacco c'è qualche voce su Roberto Inglese (Sampdoria soprattutto, anche se i doriani non andrebbero oltre il prestito).

QUEI GIOVANI CHE NON RIENTRANO IN ETA' DA PRIMAVERA - Non finisce però qui, perché restano da piazzare alcuni giocatori che non rientrano nei piani di Maresca per un discorso di età. Sono infatti elementi che hanno bisogno di mettersi alla prova in categorie inferiori per accrescere il proprio bagaglio di esperienza. E' il caso di Alessandro Martella, Abdoul Hate Bane, Yves Kouadio, Michele Laraspata (l'anno scorso vincitore dello scudetto maltese con l'Hamrun Spartans, ndr), Salvatore Leotta, Davide Cipolletti e Niccolò Monti. Lavoro in vista dunque per Alessandro Lucarelli, responsabile della gestione dei prestiti.