Focus - Da settembre sono 54 gli infortuni totali: se sommate, sono 189 partite perse

26.04.2021 19:00 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
Focus - Da settembre sono 54 gli infortuni totali: se sommate, sono 189 partite perse
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Uno dei motivi per cui il Parma sta retrocedendo in Serie B sono i tanti infortuni che la squadra di Liverani prima, e D'Aversa poi, hanno dovuto fronteggiare in questa disgraziata stagione. Quasi mai i crociati hanno avuto a disposizione l'undici tipo, ma soprattutto in più occasioni la squadra si è ritrovata a fare a meno di praticamente reparti completi, costringendo i tecnici a schierare giocatori fuori ruolo a attingere ai giovanissimi. In un controllo incrociato con i dati di Transfermarkt.it e i report giornalieri pubblicati dalla società crociata, risulta che i calciatori al momento in rosa (dunque non sono inclusi i vari ceduti in gennaio) abbiano subito ben cinquantaquattro infortuni, numeri altissimi. In questo conto sono ovviamente esclusi i casi Covid che hanno falcidiato il Parma ad inizio stagione, i problemi personali e gli stati febbrili che hanno colpito la squadra. 

Sono numerosi i calciatori del Parma che in questa stagione si sono fermati più di tre volte, saltando numerose partite: se sommate, infatti, le partite perse dai tesserati crociati per infortunio in questa stagione sono addirittura 189. Tra queste incidono, ovviamente, le tante partite perse da Hans Nicolussi Caviglia, che ha subito una sfortunata rottura del legamento crociato, saltando da solo più di venti partite, ma per tanti piccoli problemi muscolari sono tantissimi i crociati ad aver saltato più di dieci partite. Il giovane Lautaro Valenti, che ne ha saltate quindici, le dieci di Simone Iacoponi e Giuseppe Pezzella, le sedici di Vincent Laurini, le undici di Wylan Cyprien, che ha chiuso anzitempo l'annata, le otto di Roberto Inglese, che a sua volta ha terminato la stagione, e molti altri ancora: sono solo cinque i calciatori che quest'anno non si sono fermati per infortunio: Sepe, Dierckx, Bani, Kurtic e Brugman. Tanti, troppi stop che hanno inciso sulla forma della squadra e sui risultati.