Focus centrocampo - Sostanza, qualità e geometrie. Manca, forse, qualche gol

25.12.2019 22:33 di Mattia Bottazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Focus centrocampo - Sostanza, qualità e geometrie. Manca, forse, qualche gol

Quello del Parma è un centrocampo sostanzialmente completo e coperto in tutte le sue posizioni. Ci sono Gaston Brugman e Matteo Scozzarella in cabina di regia, oltre a due mezzale per lato: Juraj Kucka, Antonino Barillà, Alberto Grassi ed Hernani. Un centrocampo, quello composto dai nomi appena elencati, che garantisce tutto quello che serve ad una squadra: sostanza, corsa, geometrie, velocità, lotta, gestione della palla e chi più ne ha più ne metta. Purtroppo, però, come quasi in tutti i reparti almeno una volta in questa stagione, gli infortuni hanno condizionato le formazioni costringendo D'Aversa a fare scelte obbligate. Quello che potrebbe essere mancato al Parma, in questo inizio di stagione seppur esemplare da parte della linea mediana, è qualche giocata decisiva. Già, perché escludendo Kulusevski, di fatto utilizzato come attaccante da D'Aversa, ci si poteva aspettare qualche gol e qualche assist in più da questi giocatori.

Numeri alla mano, sono 4 i gol segnati dai centrocampisti (due Kucka, uno Barillà e uno Grassi) e 5 gli assist fatti (due Hernani, due Kucka e uno Scozzarella). Un bottino sicuramente buono, ma migliorabile. Il rientro a pieno ritmo di Grassi potrebbe essere dunque fondamentale, come ieri. L'ex SPAL, infatti, è molto abile negli inserimenti e potrebbe quindi garantire qualche gol in più ad una squadra che, rimasta per molto tempo, senza una prima punta, ha nettamente bisogno di segnare con vie alternative.