Questo Parma rende possibile l’impossibile, ci riuscirà anche domani? Gli infortuni evidenziano nuovamente la rosa corta: ma investire ora serve davvero?

18.01.2020 22:00 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Questo Parma rende possibile l’impossibile, ci riuscirà anche domani? Gli infortuni evidenziano nuovamente la rosa corta: ma investire ora serve davvero?

Siamo alla vigilia di una gara sentitissima, Juventus-Parma. I crociati vengono da una bella vittoria contro il Lecce in campionato e una meno esaltante prestazione contro la Roma in Coppa Italia, che ha portato all’eliminazione agli ottavi di finale, comunque un buon risultato considerando gli scorsi anni. La sfida alla Juventus arriva non nel migliore dei momenti, con la fatica di due partite in tre giorni e un reparto avanzato decimato dalle assenze di Karamoh e Gervinho, e dalla staffetta Cornelius-Inglese, con i due centravanti non ancora al top fisicamente.

Le tante assenze rendono ancora una volta evidente la scarsezza (numerica) della rosa di D’Aversa, che anche domani avrà uomini contati in alcuni ruoli. In conferenza più o meno velatamente il mister ha chiesto rinforzi per la rosa, ringraziando per l’arrivo di Kurtic ma chiedendo uno sforzo in più. A questo punto però la domanda sorge spontanea: serve davvero un investimento (o più) per rinforzare questa rosa? Proviamo ad analizzare.

Il Parma ha ventotto punti dopo diciannove giornate, è al settimo posto in classifica, e ad oggi non ha MAI avuto a disposizione la rosa completa e al completo. Gli infortuni dei vari Cornelius, Inglese, Karamoh, Gervinho, Grassi, Scozzarella, Kucka e chi più ne ha più ne metta hanno privato D’Aversa di poter schierare almeno una volta l’undici “ideale” del suo Parma. Ma questi giocatori, lentamente, stanno tutti rientrando e breve saranno di nuovo al top della condizione e ci sarà qualcuno con il muso lungo seduto in panchina. Per raggiungere un obiettivo come la salvezza (ormai raggiunto, diciamolo), ha davvero senso fare un investimento importante (in attacco) dove i prezzi che girano sono da pazzi? Diverso se l’obiettivo dovesse essere la qualificazione in Europa, ma, credo che, al momento, ciò sia da escludere.

Questo Parma ha sorpreso ed è riuscito più volte ad invertire il pronostico, spesso anche in condizioni “disperate”. Accadrà anche domani?